Home In Provincia Adotta una porta: prima edizione del progetto di “graffiti writting”

Adotta una porta: prima edizione del progetto di “graffiti writting”

132
0
CONDIVIDI
Michele Affidato – sezione post
Reale Mutua – sezione post

Writers: favorevoli e contrari, le “scuole di pensiero” si dividono, e se dalla parte di chi li criminalizza è facile annoverare amministrazioni comunali, proprietari di case e negozi che spesso si trovano muri e saracinesche imbrattate da tag (alias, firme), dalla parte dei pro-murales ci sono molti ragazzi.

Lo ha rivelato un’indagine condotta da Eurispes e Telefono Azzurro su un campione di 5.710 giovani tra i 12 e i 19 anni. In questa ottica il Comune di Umbriatico è stato pronto a farsi carico per trovare spazio alla creatività colorata dei writers con un percorso di porte che abbraccia in modo gioioso e solare il borgo della cittadina attraverso il progetto “Porte dipinte – Adotta una porta”.


Il “Graffiti Writing”, rappresenta quindi una manifestazione non solo artistica ma contemporaneamente culturale e sociale, diffusa ovunque nel mondo e che spesso confina e sconfina tra legalità e illegalità, quando ad esempio “compare a sorpresa” su palazzi storici e di interesse artistico. Con il progetto “Porte dipinte”, si vuole offrire una possibilità di conciliazi one tra sostenitori e detrattori del fenomeno offrendo ufficialmente ai writers superfici pubbliche da far rivivere con il proprio intervento di quella che si può senza timore definire una visione innovativa dell’estetica urbana e metropolitana di una mostra en plain air per esibire il proprio talento e la propria creatività.

L’intento del progetto dell’Amministrazione Comunale sarà di intervenire nel borgo utilizzando linguaggi d’espressione capaci di svelare, riscoprire, rivalorizzare; nell’offrire mezzi per guardare la città con occhi nuovi, utilizzando l’arte come veicolo per rimettere in gioco prospettive su luoghi, attraversamenti, percorsi, direzioni e incroci urbani.