Home In Regione La Calabria presente alla Fiera di Rho

La Calabria presente alla Fiera di Rho

Si tratta di una delle più importanti manifestazioni internazionali dell'artigianato

109
0
CONDIVIDI
Miche Affidato – sezione post
Reale Mutua – sezione post
Crotoneok – sezione post

Le eccellenze artigiane calabresi continuano a riscuotere grande successo alla 22esima edizione di “Artigiano in Fiera”, una delle più importanti manifestazioni internazionali del settore.
La Regione Calabria – indica una nota dell’ente guidato da Mario Oliverio – ha accolto i visitatori delle prime giornate di manifestazione con uno stand di oltre 1500mq, all’interno del quale fino a domenica 10 dicembre, giorno di chiusura della fiera, è possibile ammirare gli artigiani mettere in pratica la loro creatività, svelando i segreti e le tecniche dell’affascinante arte manifatturiera della regione.

Tutti i giorni, alle 10.45, è possibile assistere alle dimostrazioni di Arte e Terracotta di Rocco Cunsolo, azienda artigiana che propone tradizionali anfore, pignatte, contenitori e tegami dallo stile rustico, suggestivi oggetti un tempo adoperati a scopo pratico o ornamentale nella vita domestica tradizionale.

Tutti i pomeriggi invece, a partire dalle 15.00, il laboratorio artigianale organizzato da Ceramiche Taf di Raffaele Fresca mostrerà come sono realizzati il vasellame e le proposte di oggettistica prodotte con materiali naturali che giocano con le forme e i colori, piena espressione del territorio calabrese.

Nelle giornate di giovedì 7 e venerdì 8 dicembre sarà la volta dell’affascinante arte della liuteria – che nel borgo di Bisignano, in provincia di Cosenza, si tramanda di generazione in generazione – grazie alla presenza dei fratelli Andrea e Luca Pontedoro, maestri liutai dell’Associazione Liutaria Bisignanese (A.L.B.), che proporranno per tre volte al giorno lezioni di storia della liuteria e mostreranno al pubblico come vengono realizzati gli strumenti a corda, costruiti ancora oggi attraverso una tecnica artigianale rimasta quasi immutata per secoli.

Il 9 e 10 dicembre proseguirà invece con le sue dimostrazioni Rachele Falvo, la raffinata creatrice dei gioielli Namastè: la designer mostrerà, passo dopo passo, come realizza le sue creazioni in legno, rame e smalti.

Proseguono poi gli appuntamenti con i sapori e i prodotti tipici dell’enogastronomia calabrese, all’interno della grande piazza dedicata allo street food, dove tutti i giorni è possibile osservare gli showcooking degli chef Marco Rizzuti (dalle 14:00 alle 15:00) e Nico Fratto (dalle 16:00 alle 17:00) e gustare i menù speciali da loro appositamente pensati, o ancora lasciarsi conquistare dalle prelibatezze proposte dalla Fattoria Biò, dal Pastificio Gioia, dall’azienda Luna Funghi e dal BARgamotto, alcune fra le migliori aziende dell’agroalimentare calabrese.

Immancabile infine la musica, grazie all’energia del gruppo calabrese Sabatum Quartet, che continua ad animare le giornate dello stand con un ricco repertorio di musica etnico-popolare reinterpretata in maniera originale grazie all’innovazione negli arrangiamenti, la polifonia vocale e i ritmi che spaziano fra i più diversi generi musicali.