30 anni dalla strage di Capaci. A Crotone l’albero di Falcone nel Giardino che porta il suo nome e quello di Borsellino

30 anni dalla strage di Capaci. A Crotone l’albero di Falcone nel Giardino che porta il suo nome e quello di Borsellino

Crotone – Le associazioni della rete di “Libera Crotone” insieme ad Italia Nostra promuovono la manifestazione “Ricordo, dunque esisto”, Giornata in memoria di Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e delle vittime di tutte le mafie.

L’appuntamento è  fissato nella giornata di lunedì 23 maggio 2022,  presso il Giardino “Giovanni Falcone e Paolo Borsellino”  nel trentesimo anniversario della strage di Capaci, per commemorare doverosamente Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Antonino Montinaro, Rocco Dicillo, Vito Schifani.

 Sarà messo a dimora l’albero di Falcone a cura del Raggruppamento Carabinieri della Biodiversità. Nell’ambito del progetto nazionale di educazione alla legalità ambientale “Un albero per il futuro”   e “Albero di Falcone” promosso dal Ministero della Transizione Ecologica e fortemente voluto dalla fondazione Falcone e dall’Arma dei Carabinieri, verrà messa a dimora una gemma duplicata dall’Albero di Falcone, il famoso Ficus macrophylla columnaris magnolioides (simbolo del riscatto civile contro le mafie) che cresce nei pressi dell’abitazione del giudice Giovanni Falcone.

Commemorazione degli agenti Rocco Dicillo, Antonio Montinaro, Vito Schifani e delle donne e degli uomini delle scorte che hanno perso la vita nel compimento del proprio dovere, a cura della Questura di Crotone.  Poi la deposizione di fiori sotto le targhe commemorative delle vittime della strage.



Articoli Correlati: