A Scuola con la Polizia di Stato: gli alunni dell’Alcmeone piccoli agenti per un giorno

A Scuola con la Polizia di Stato: gli alunni dell’Alcmeone piccoli agenti per un giorno

Questa mattina all’Istituto Alcmeone, plesso di Via Saffo, sono arrivati in moto i Poliziotti della Locale Questura con il Questore Massimo Gambino per uno scambio di doni: è il progetto di educazione alla legalità promosso dalla Polizia di Stato in collaborazione con il ministero dell’Istruzione e rivolto gli studenti della scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado delle 73 province italiane scelte per questa edizione, di cui fa parte anche Crotone.

Lo scopo del progetto è stimolare la riflessione degli alunni sull’importanza della legalità, attraverso il confronto, approfondimenti su diverse tematiche, incontrando personalmente la Polizia di Stato dopo la consegna dei Diari della Legalità, e oggi gli attestati di partecipazione al concorso “PretenDiamo la Legalità“, giunto alla sua quarta edizione. I bambini, di tutta risposta, hanno consegnato dei doni al signor Questore e agli agenti, tra cui delle bandierine da loro colorate: per loro, invece, i cappellini con il simbolo del corpo dello stato, diventando piccoli agenti per un giorno.

«Una formazione indispensabile e sopratutto un supporto indispensabile –  ha dichiarato il dirigente scolastico Antonio Santoroaccanto all’attività teorica ci sono attività pratiche condotte da chi opera costantemente per il rispetto della legalità, e per i bambini questo diventa incentivante e stimolante». Protagonista è stato l’entusiasmo dei piccoli studenti, i quali hanno posto le loro domande ai poliziotti: «I bambini sono stati molto contenti – ha aggiunto il Commissario Capo Alberto Sciortino Gli studenti hanno ricambiato il favore donandoci delle bandierine e anche la scatola che rappresenta Il Mio Diario. A noi fa molto piacere visitare le scuole, e nei prossimi giorni gli alunni faranno visita agli uffici della Questura per vedere da vicino come operiamo».

Al centro del progetto il rispetto delle regole, il rispetto dei compagni di scuola e dei coetanei, l’amore per gli animali e il rispetto dell’ambiente: «Nella circostanza abbiamo dato dei cappellini – ha concluso il Questore di Crotone Massimo Gambinoper avvicinare ulteriormente il mondo dei ragazzi a noi, con dei piccoli segnali abbiamo ribadito che siamo a disposizione, ovvero riprendere dopo la pandemia gli incontri con gli istituti scolastici».