“Accademia del dono”: laboratori artistici inclusivi dedicati ai ragazzi di Crotone e provincia

“Accademia del dono”: laboratori artistici inclusivi dedicati ai ragazzi di Crotone e provincia

“Accademia del dono”: laboratori artistici inclusivi dedicati ai ragazzi di Crotone e provincia, l’interpretazione musicale del dono sarà il tema dell’evento conclusivo. Si terrà sabato 10 dicembre 2022 dalle ore 16.00 presso la sala convegni A. Rosmini del Santuario di Capo Rizzuto (KR), l’evento conclusivo del progetto “Accademia del dono” rientrante nel programma “Comunità educante” promosso da Caritas Italiana e co-gestito dall’associazione Sabir per contrastare la povertà educativa che affligge il territorio crotonese. Il progetto “Comunità educante” comprende uno spazio artistico ideato come “Accademia del Dono” in cui sono stati realizzati laboratori extra scolastici nelle zone periferiche della città e nell’entroterra rurale della provincia, con lo scopo di consentire anche a chi vive lontano dal centro abitato, la sperimentazione di percorsi artisti che valorizzino le caratteristiche del singolo, le attività di socializzazione, il cooperative learning.

Lo spazio artistico è giunto alla sua seconda annualità e la novità di quest’anno, rispetto alla prima edizione, è rappresentata dalla presenza di enti, scuole ed associazioni appartenenti ai diversi territori della provincia di Crotone. L’obiettivo generale rimane quello di far emergere i talenti dei ragazzi per incoraggiare la creatività in ogni sua forma espressiva, incrementare l’autostima e la collaborazione tra pari provenienti da contesti sociali, economici e culturali differenti. Sono stati coinvolti oltre 200 bambini della provincia di Crotone e dintorni, delle scuole di musica, danza e teatro, ogni partner di progetto si è cimentato nell’ interpretare il dono utilizzando la musica come linguaggio universale.

Per l’evento conclusivo del 10 dicembre è previsto uno spettacolo musicale con l’esibizione delle associazioni e delle scuole di musica, danza, teatro, a cui si alterneranno momenti di dibattito con autorità religiose e istituzionali sul tema del “dono”, per l’occasione infatti terrà una lectio S. E. Mons. Serafino Parisi, Vescovo di Lamezia Terme. La serata verrà presentata e moderata dalla giornalista Giusy Regalino e le esibizioni saranno a cura delle associazioni partner del progetto: Associazione Musicale Giuseppe Verdi (Crotone), Associazione Musicale d’Insieme (Santa Severina), Pianeta in Danza SSD (San Giovanni in Fiore), Associazione Musicale Sound Academy (Isola Capo Rizzuto), Associazione Suoni e Note (Melissa), Associazione Culturale Hermes (Petilia Policastro), Associazione Musicale A. Pisani (Casabona). Al fine di garantire la sostenibilità delle attività laboratoriali, le associazioni partner hanno ricevuto le attrezzature per i laboratori, tra cui strumenti musicali, mixer, scenografie, ecc e si sono impegnate a includere nei laboratori anche i bambini che diversamente non avrebbero potuto frequentare corsi privati. I laboratori hanno avuto effetti diretti e tangibili sulle capacità relazionali ed espressive dei partecipanti ed hanno consentito il confronto tra i propri vissuti emotivi e quelli degli altri partecipanti.

L’evento sarà anche l’occasione per far conoscere i due servizi e i progetti dell’associazione Sabir, in particolare durante lo spettacolo si esibiranno i ragazzi del progetto ELFI un ensemble di piccoli e piccolissimi musicisti che ha come scopo quello di promuovere l’educazione musicale a livello locale e internazionale in collaborazione con l’Accademia Musicale Suzuki- Talent Center di Cosenza. Saranno presentate, inoltre, durante la serata per la prima volta, anche le attività della sartoria solidale che si propone di offrire a ragazze italiane e straniere la possibilità di apprendere un mestiere ancora molto richiesto nel contesto locale (piccole riparazioni, piccola sartoria) e di inserirsi in contesti lavorativi flessibili ed eventualmente di iniziare percorsi auto-imprenditoriali da artigiane, e permette inoltre di recuperare tessuti inutilizzati, dando seconda vita a quello che sarebbe destinato allo scarto e una seconda opportunità a coloro che sarebbero destinate ai margini della società.

Oltre ad “Accademia del dono” all’interno del progetto “Comunità educante” sono stati realizzati percorsi educativi per bambini con disturbo del neuro-sviluppo e doposcuola specializzato per bambini e ragazzi con DSA E BES con azioni rivolte anche alle loro famiglie, le quali oltre a dover affrontare le difficoltà economiche si trovano a dover gestire in completa solitudine un minore con disabilità. Tra i primi bisogni rilevati dall’associazione è stata individuata la carenza di servizi educativi nel territorio crotonese per le famiglie con minori disabili a carico. Le strutture convenzionate sono poche, le liste d’attesa sono infinite ed i centri privati hanno dei costi troppo elevati. Viene pertanto realizzato uno spazio educativo, presso il Centro A casa di Iulia, all’interno del quale le famiglie fragili sono state accolte e ascoltate, senza doversi preoccupare delle proprie risorse economiche. Saranno i bambini del Centro A Casa di Iulia a dare il via allo spettacolo e ad un susseguirsi di emozionanti esibizioni organizzate dalle scuole e dalle associazioni partners del progetto. Il ricavato della serata sarà devoluto al progetto “Ecole pour tous” in Perù: a Lima, Iquitos città dove i bambini sono spesso vittime di turismo sessuale sarà donato materiale scolastico, mentre in Amazzonia saranno donati farmaci di prima necessità