Adottare un amico dell’uomo: cinque consigli prima di scegliere

Adottare un amico dell’uomo: cinque consigli prima di scegliere

Sei una persona gatto o cane? Forse sei entrambi. Durante la pandemia molte persone hanno assecondato il loro desiderio di avere un compagno animale e c’è stato un enorme aumento della proprietà di cani.

Mentre ci avviciniamo alla primavera forse stai pensando di fare il salto e accogliere un cane nella tua casa. Vivere con un amico cane ha molti benefici per la salute, come un minor rischio di malattie cardiache e la riduzione dello stress, e possono fornire compagnia e amore incondizionato sia agli adulti che ai bambini. Ma c’è così tanto a cui pensare che può essere travolgente.

Ecco alcune cose da considerare per prepararsi completamente per l’entusiasmante viaggio che ci attende. Dopotutto, il cane dipenderà interamente da te per il suo benessere, quindi è importante trovare l’abbinamento perfetto.

1. È un impegno lungo
I cani vivono in media dai dieci ai 15 anni. Probabilmente cambieranno completamente la tua vita e anche le normali attività quotidiane, come un’uscita spontanea, possono diventare più complicate. Dovrai pensare a organizzare un dog sitter o assicurarti di poter portare il cane con te ovunque tu vada.

I cani sono anche grandi bruciatori di denaro, indipendentemente dal fatto che siano grandi o piccoli. Dovrai fornire cibo, attrezzature (compresi i vestiti per il freddo), dog sitter e pagare le loro spese mediche per tutta la vita. Tutto potrebbe arrivare a una cifra compresa tra 70-100 euro al mese.

2. Hanno bisogno di compagnia
I cani hanno bisogno di molto esercizio e gioco per mantenersi in salute. In genere è meglio trascorrere almeno due ore al giorno impegnandosi attivamente con il proprio cane, soprattutto camminando e giocando.

L’altro problema che richiede un’attenta considerazione è il bisogno di compagnia del cane. Sono animali sociali e non sopportano l’essere lasciati soli per più di cinque ore al giorno, spesso sperimentando ansia da separazione quando vengono lasciati per troppo tempo.

Quando porti a casa il tuo nuovo cane per la prima volta dovrai abituarlo gradualmente a stare da solo, quindi diventa normale per loro. Questo viene fatto attraverso piccoli passi attenti verso la loro indipendenza. Possono volerci settimane o mesi, a seconda della storia e dell’età del tuo cane. Alcuni cani da salvataggio più anziani potrebbero impiegare più tempo per adattarsi alla solitudine. Ma alcuni potrebbero adattarsi più facilmente di un cucciolo se in precedenza erano abituati a stare da soli (soprattutto una volta che si sentono al sicuro in casa).

3. Socializzazione e bisogni formativi
I problemi comportamentali successivi nella relazione proprietario-cane spesso cominciano proprio all’inizio. Questo perché le prime esperienze di vita di un cane determinano la probabilità di un comportamento problematico in futuro.

I cuccioli (e alcuni cani da salvataggio) devono essere socializzati, il che implica farli conoscere a numerose persone, animali e situazioni diverse. Altrimenti puoi ritrovarti con un cane che si preoccupa molto e ha paura di persone sconosciute e altri cani. Questo è un grosso problema per un animale che deve essere portato per fare esercizio due volte al giorno e adattarsi alla vita frenetica di un essere umano.
Se scegli un cucciolo, dovrai anche addestrarlo nelle abilità di base della vita, come le abitudini di gabinetto e l’obbedienza. Ad esempio, dovranno imparare a venire quando vengono chiamati e camminare al guinzaglio senza tirare. Ciò richiederà una notevole conoscenza dei loro bisogni e dei metodi di comunicazione. La maggior parte dei cani non viene addestrata completamente fino a dopo la pubertà, quindi dovrai investire nell’addestramento per almeno un anno intero.

4. La personalità conta
Le persone spesso scelgono i cani in base in gran parte al loro aspetto fisico, ma i proprietari di animali domestici riferiscono atteggiamenti più positivi nei confronti dei loro animali domestici quando il loro comportamento integra i tratti della loro personalità. Ad esempio, i proprietari di cani erano più soddisfatti quando percepivano che i loro animali domestici mostravano un livello di calore simile al loro.

Alcune caratteristiche si sono rivelate particolarmente importanti negli incontri cane-umano che sono stati positivi per entrambi: la tendenza a condividere i beni, l’amore per correre all’aperto e la capacità di andare d’accordo con gli altri. Quindi, potrebbe valere la pena scegliere un cane che sia il tuo doppio canino su questi fattori.

5. Pedigree o salvataggio
Proprio come con gli umani, ogni cane è unico. Un cane nasce con alcuni tratti caratteriali che erano necessari in passato per la sopravvivenza o sono stati allevati dagli esseri umani in modo che potesse eccellere in un particolare lavoro a nostro vantaggio.

La razza è un fattore importante da considerare. Ad esempio, alcune razze richiedono da tre a quattro ore di attività al giorno, quindi probabilmente non sono una scelta saggia se preferisci i giorni pigri davanti alla TV o hai poco tempo a causa di impegni di lavoro o familiari. I cani da caccia avranno bisogno di un fermo controllo se vivi in una zona ricca di fauna selvatica o gatti domestici.
Questi tratti ereditari nei cani non possono essere cancellati, quindi è importante fare le tue ricerche sulle molte razze diverse e scegliere un cane che si adatti al tuo stile di vita.

I cani acquistati da allevatori non commerciali potrebbero essere meno ansiosi e meno aggressivi di quelli acquistati nei negozi di animali. Acquista sempre da un allevatore responsabile e fai molta attenzione per evitare allevamenti illegali di cuccioli. La soluzione migliore è trovare un allevatore con una lista d’attesa e che vuole vederti almeno due volte prima di venderti un cucciolo.

In alternativa, potresti decidere che un cane da salvataggio, che è già sviluppato e valutato dal punto di vista comportamentale, è l’opzione migliore per assicurarti una buona scelta- e fornirai anche una casa a un cane bisognoso.

Ma se il tuo cane non è adatto a te in questo momento, non dimenticare che ci sono altre opzioni per la piena proprietà del cane: considera di fare volontariato in un rifugio o di chiedere a un vicino se ha bisogno di un po’ di aiuto con il proprio cane per un poche ore a settimana. È un ottimo modo per godersi la compagnia canina part-time.

Fonte: Aduc