Aeroporto Crotone: avviato servizio di primo soccorso garantito dall’Asp

Aeroporto Crotone: avviato servizio di primo soccorso garantito dall’Asp

Intesa firmata lunedì 30 dicembre 2019 tra Sacal, che gestisce la struttura aeroportuale crotonese, e l’Asp di Crotone. 

Il servizio è partito ieri, 1 gennaio, e durerà un intero anno la fornitura del servizio sanitario presso l’aeroporto Sant’Anna di Crotone. Questo servizio di emergenza fino al 31 dicembre 2019 era gestito in convenzione con il Ministero della Salute e la Croce Rossa. Presso lo scalo aeroportuale, l’assistenza sanitaria sarà fornita a turno H12 (dalle 8,00 alle 20,00) dai medici che lavorano presso l’Asp di Crotone.

Il servizio garantirà la presenza di un medico nell’ambulatorio medico un’ora prima fino a due ore dopo l’atterraggio, con la presenza di un’ambulanza, dotata di defibrillatore e farmaci, insieme a un rianimatore.

«Abbiamo pensato con il presidente di Sacal Arturo De Felice che sarebbe stato una cosa qualificante aggiungere un accordo con l’Asp di Crotone per la fornitura di questo servizio – ha dichiarato Piervittorio Farabbi, Direttore Generale di Sacal – con l’interlocuzione con il Suem 118 e l’azienda ospedaliera di Crotone abbiamo concordato le modalità, ed è stato redatto un documento congiunto tra Sacal e l’Asp di Crotone, e in base a questo è già avviato il servizio di convenzione da ieri 1 gennaio».

____________________________________

Nella foto da sinistra, Francesco Masciari direttore amministrativo Asp di Crotone, dottor Lucio Cosentino, Maria Pompea Bernardi Direttore Generale facente funzioni Asp di Crotone, PierVittorio Farabbi