Aeroporto: si vola dall’8 gennaio

Si aspetta, intanto, la sentenza del Consiglio di Stato sul bando di gestione dello scalo
0

Fly Servus, il vettore che serve l’aeroporto Pitagora, si è “presentato” con una nota stampa. La compagnia austriaca ha messo subito in chiaro una cosa: inizierà i voli da e per Crotone dall’8 gennaio 2018; al momento si possono prenotare i biglietti fino al prossimo 25 marzo, data in cui scade la stagione invernale. Da metà gennaio, invece, si potrà prenotare anche dopo marzo, visto che parte la stagione estiva.

La Fly Servus ha inoltre esplicato i due velivoli che userà per far viaggiare i crotonesi, e che “dormiranno” al Pitagora, e si tratta di un Boeing 737 e di un Airbus A 319; inoltre, dal primo gennaio sarà attivato un centralino in italiano per i passeggeri. La compagnia dice che farà il miglior servizio possibile per i viaggiatori, vista anche la chiusura dello scalo nell’ultimo anno. Intanto sul fronte maestranze, si apre una piccola falla.

«Il personale che lavorava allo scalo è stato quasi tutto riassorbito»: lo aveva dichiarato alla stampa il presidente di Sacal, Arturo De Felice, giovedì 30 novembre in occasione del primo volo dal Pitagora. Nella mattinata di sabato scorso, la Uil di Crotone ha tenuto una conferenza stampa proprio sulla questione lavorativa: quello che è emerso è che la società di gestione ha assunto 10 ex dipendenti crotonesi su 27 totali. C’è un po’ di confusione nelle graduatorie e quello che si vuole fare è un po’ di chiarezza: è stata avanzata, infatti, la richiesta di accesso agli atti.

In tutto ciò, la Regione ha pubblicato il bando per l’attivazione di nuovi collegamenti aerei da/verso gli aeroporti della Calabria, destinando circa 12 milioni di euro. Per ciascun collegamento il contributo sarà concesso ai vettori aerei per tre anni purché questi si impegnino a garantire l’esercizio per i tre anni successivi all’erogazione dell’incentivo.

Nella giornata di martedì si è riunito il Consiglio di Stato che doveva decidere sul bando di gestione dell’aeroporto Pitagora, al quale aveva fatto ricorso l’Enac, dopo la vittoria al Tar da parte della Sagas. Ancora non c’è nessuna decisione in merito, poichè il Consiglio ha preso in esame le memorie depositate e si è ritirato per valutare e decidere; il dispositivo dovrebbe uscire entro lunedì
G.L.