Akrea, Voce replica a Megna e Arcuri: “Espressione di chi ha basato l’attività su scelte di sapore clientelare”

Akrea, Voce replica a Megna e Arcuri: “Espressione di chi ha basato l’attività su scelte di sapore clientelare”

Crotone – A Seguito della nota inviata alla stampa dei due consiglieri comunali  di Crotone città di tutti, Danilo Arcuri e Antonio Megna (leggi qui), così ha replicato alla stampa il primo cittadino Vincenzo Voce.

Debbo riconoscere ai consiglieri Danilo Arcuri ed Antonio Megna una notevole dose di faccia tosta nel prendere la penna per scrivere, o lasciarsi scrivere, un comunicato all’indomani delle nomine del nuovo Consiglio di Amministrazione di Akrea.

Consiglieri che sono espressione di chi, per un ventennio, ha basato la propria attività politica su scelte di sapore clientelare cercando di trarne il maggior interesse personale, altro che l’interesse della città.

Chiederei ai consiglieri con quale criterio fu scelto dall’amministrazione precedente, di cui i consiglieri sono espressione, il C.d.A. di Akrea, o l’amministratore di Crotone Sviluppo o alcuni dirigenti dell’Ente?

Basta ricordarsi di queste scelte, di quei nomi, delle loro appartenenza politiche per avere una risposta che è lampante e che ci porta a sostenere: “da che pulpito viene la predica”

Un sistema di clientele politiche che i cittadini hanno finalmente bocciato dando fiducia a questa amministrazione che sceglie in base non alle convenienze politiche ma al merito.

Per quanto riguarda la magistratura non credo che sia distratta. Ricordo invece ai distratti consiglieri che l’amministrazione a cui faceva riferimento il loro padre o padrino politico è stata mandata a casa proprio per l’intervento della magistratura. Quando ci sono gli elementi e le provate responsabilità, cari consiglieri, la magistratura è tutt’altro che distratta.