Alberi amici nella lotta alla crisi climatica. Oggi per la loro festa tanti eventi nelle scuole

Alberi amici nella lotta alla crisi climatica. Oggi per la loro festa tanti eventi nelle scuole

Gli alberi sono i nostri più grandi amici nella lotta alla crisi climatica. Assorbono CO2, producono ossigeno sono indispensabili per la vita sul pianeta. In Italia la prima “Festa dell’Albero” fu celebrata nel 1898 per iniziativa dello statista Guido Baccelli quando ricopriva la carica di Ministro della Pubblica Istruzione.

Nella legge forestale del 1923 essa fu istituzionalizzata nell’art. 104 che recita : “e’ istituita la festa degli alberi, essa sarà celebrata ogni anno nelle forme che saranno stabilite di accordo fra i ministri dell’economia nazionale e dell’istruzione pubblica” con lo scopo di infondere nei giovani il rispetto e l’amore per la natura e per la difesa degli alberi.

Nel 1951 una circolare del Ministero dell’Agricoltura e delle Foreste stabiliva che la “Festa dell’Albero” si dovesse svolgere il 21 novembre di ogni anno, con possibilità di differire tale data al 21 marzo nei comuni di alta montagna; la celebrazione si è svolta con regolarità e con rilevanza nazionale fino al 1979, successivamente è stata delegata alle Regioni che hanno provveduto e provvedono tuttora localmente, con maggiore o minore efficacia, ad organizzare gli eventi celebrativi.

Perché celebrare gli alberi? gli alberi ci aiutano a combattere la crisi climatica perché assorbono anidride carbonica e la trasformano in ossigeno, la vegetazione svolge un ruolo di filtro biologico assorbendo gli inquinanti gassosi attraverso le foglie e i metalli pesanti attraverso le radici. Inoltre, gli alberi contribuiscono ad assorbire l’inquinamento acustico. Infine il bosco custodisce un tesoro di biodiversità, attiva la vita microbica nel terreno e la sua fertilità; produce sostanza organica che, decomponendosi si trasforma in humus e fertilizza il suolo; inoltre garantisce l’aumento della diversità biologica tra le specie animali e vegetali.

Oggi in quasi tutte le scuole si svolgeranno eventi promossi dalle associazioni ambientaliste in collaborazione con il Nucleo dei Carabinieri Forestali.