Alla Mensa dei Poveri sempre più crotonesi, don Ezio: “Ma non manca mai la generosità”

Alla Mensa dei Poveri sempre più crotonesi, don Ezio: “Ma non manca mai la generosità”

La Mensa dei Poveri a Crotone è aperta dal 1996, l’anno dell’alluvione. Fu inaugurata nel centro storico di Crotone da Monsignor Giuseppe Agostino, allora arcivescovo di Crotone-Santa Severina, nel giorno del suo onomastico.

Da allora è una fucina incessante di servizio verso i più bisognosi, aiutando chi è nella povertà e tendendo una mano verso le nuove povertà, come le immigrazioni. Ma i crotonesi aumentano nella mensa che oggi ha sede in Piazza Lea Garogalo. 

“Abbiamo la generosità dei volontari, sono grato a coloro che in maniera generosa si presentano per svolgere un servizio di volontariato nella cucina – ci ha detto don Ezio Liminasono fratelli  e sorelle crotonesi, e questo mi sembra il primo ringraziamento e contributo che la città offre. Poi abbiamo la generosità di quanti attraverso le loro donazioni in tanti modi si fanno presenti alle necessità della mensa. Poi abbiamo una simpatia che fino ad ora ha sorretto la mensa, una simpatia che protegge e sostiene e incoraggia la mensa dei poveri”.

C’è un aumento o quanto meno una stabilità nella fascia di persone crotonesi, o di coloro che risiedono a Crotone, ha aggiunto: “Vengono anche crotonesi non di origine, ma che abitano qui, e che chiedono di essere aiutati. C’è una fetta poi di popolazione ucraina, così come l’aumento stesso dei crotonesi”. 

Le mani che aiutano e le persone che si affacciano alla mensa non mancano, ma non bastano mai. “E’ il primo segno di una città che è ultima nelle classifiche ma la prima per quanto riguarda la generosità“. Poi, ha concluso, c’è la provvidenza che non manca mai.  Don Ezio Limina tramite i tanti volontari fornisce i pasti caldi, così come le bevande, sulla porta della mensa, ricordando le parole di Francesco “Fratelli tutti”. Un impegno costante che continua nelle cucine e nelle sale dei locali che giornalmente accolgono i più bisognosi. Don Ezio Limina  invita sempre i cittadini a donare le materie prime per permettere ai volontari della mensa di garantire un pasto caldo a chi ne ha bisogno.

 

Danilo Ruberto