Alla riscoperta della Fontana Vecchia con il FAI

Alla riscoperta della Fontana Vecchia con il FAI

Oggi e domani, in oltre duecento città tornano le giornate d’autunno promosse dal Fondo Ambiente Italiano

Si rinnova l’appuntamento con le Giornate Fai d’Autunno. Quest’anno protagonista nella nostra provincia, sarà la Fontana Vecchia di Santa Severina. Accompagnati dagli studenti del liceo Diodato Borrelli, impeccabili “apprendisti Ciceroni”, sarà possibile visitare il luogo dall e9;00 alle 13;00 e dalle 15;00 alle 17;00. Sono inoltre previste visite guidate anche in inglese. 660 luoghi e 250 città realtà poco conosciute o inaccessibili del Belpaese saranno pronte a mostrarsi.

Le Giornate, realizzate dai Gruppi FAI Giovani, saranno anche a sostegno della campagna Ricordati di salvare l’Italia, attiva fino al prossimo 31 di ottobre. Ai visitatori , per accedere ai diversi beni, sarà richiesto un piccolo contributo tra i due e i cinque euro, per sostenere le attività della Fondazione.

A Santa Severina il costo della visita sarà di solo 3 euro. Mentre per gli iscritti FAI o per chi si iscriverà durante l’evento, oltre a una quota agevolata, saranno dedicate visite esclusive, accessi prioritari ed eventi speciali Oltre al Patrocinio MiBAC, la due giorni ha ricevuto il sostegno di Regioni, Province, Comuni; di Soprintendenze, Università, oltre a privati cittadini e a tutte le aziende che hanno voluto appoggiare la Fondazione.

Un Fondo Ambiente che oggi conta oltre 122 delegazioni, 86 gruppi FAI e 88 gruppi FAI Giovani. Questi ultimi, nati sette anni fa, sono diffusi in tutta Italia e le Giornate FAI d’Autunno rappresentano la giusta opportunità per mettere in pratica il loro contributo. Ad affiancarli, nell’accogliere e guidare i visitatori, anche 5mila apprendisti ciceroni. Studenti di scuole di ogni ordine e grado che, insieme ai loro docenti, hanno scelto di partecipare a un progetto formativo di cittadinanza attiva nell’ambito dell’iniziativa lanciata dal FAI nel 1996 e che coinvolge, ogni anno, moltissimi studenti.

L’evento è realizzato in collaborazione con la Commissione Europea nell’ambito delle attività dedicate all’Anno europeo del patrimonio culturale 2018. Infatti diversi luoghi, tra quelli aperti il weekend del 13 e 14 ottobre, sono stati recuperati e valorizzati con finanziamenti europei.E, in accordo con la campagna #salvalacqua che il FAI promuove per sensibilizzare i cittadini sul valore di questa preziosa ma sempre più scarsa risorsa, molti dei percorsi di quest’anno avranno l’acqua come filo conduttore. Infatti, tra i tantissimi luoghi visitabili, saranno numerosi i siti come mulini, dighe, cisterne o acquedotti. Ecco perchè il fai di Santa Severina ha deciso di proporre la Fontana Vecchia che venne fatta costruire nel 1890 dall’Arcivescovo De Risio. Fu l’’arcivescovo dunque a far arrivare l’acqua dal monte “Petrirta” in paese.