All’Olimpionica arrivano oltre cento atleti

All’Olimpionica arrivano oltre cento atleti

Nel week-end il primo evento agonistico dalla riapertura dell’impianto

La piscina olimpionica è pronta ad ospitare il primo evento agonistico dal giorno della sua riapertura. Oggi e domani arriveranno a Crotone 150 atleti di dieci società calabresi per le prove di qualificazione in vista dei campionati regionali estivi di categoria. L’evento è promosso sotto l’egida guida della Federazione Italiana Nuoto e organizzato grazie all’impegno delle due società crotonesi che gestiscono l’impianto: la Kroton Nuoto e la Rari Nantes Auditore.

Nella vasca intanto si è tornato a nuotare. Gli atleti hanno ripreso ad allenarsi nella loro città e molti cittadini, piccoli e adulti, hanno iniziato i corsi di nuoto. Il boom di iscrizioni alle lezioni è davvero incoraggiante soprattutto se si considera che finalmente, dopo anni di attesa, si può tornare a sperare in un vivaio dal quale attingere in futuro per continuare così a scrivere splendide pagine di storia anche in questo sport. L’assenza di una struttura adeguata aveva infatti fermato la crescita di giovani nuotatori che adesso però sono pronti a riprendere il loro cammino. «Ripartire – spiega Roberto Fantasia, della Kroton Nuotoera fondamentale dopo anni difficili per questo sport. Siamo pronti a far crescere nuovi campioni e il nostro auspicio è quello di poterli accompagnare in un percorso speriamo ricco di soddisfazioni».

La storia natatoria della città ci ha infatti abituato a grandi gesta. Crotone era nota proprio per i suoi atleti e anche per quella struttura, la piscina Coni, simbolo di una pratica sportiva che ha sempre dato grandi soddisfazioni. Poi l’inaugurazione dell’Olimpionica aveva fatto ben sperare anche nel futuro. Sogni infranti con la sua chiusura ma riaccesi adesso con la riconsegna della stessa alla cittadinanza tutta. Si torna in acqua dunque per un evento importante: «Le prove – continua Fantasiasi svolgeranno questo pomeriggio e poi per tutta la giornata di domani. Un primo passo in attesa di altre opportunità per noi e anche per la Federazione Nuoto che ci teneva ad avere a disposizione una struttura così grande e importante nel sud Italia e soprattutto in Calabria». Non sarà possibile assistere all’evento per questioni di capienza ma a fine mese, se l’iter previsto non incontrerà intoppi, sarà tolta la copertura. Soddisfatto anche l’assessore allo sport del Comune Luca Bossi: «La città di Crotone con l’evento previsto nel weekend, ritorna a ritagliarsi il ruolo che naturalmente gli spetta nel nuoto agonistico Regionale, dopo la riapertura dell’impianto olimpionico natatorio, tra i più importanti in tutta la Calabria. Ringrazio il presidente FIN Calabria e i concessionari della struttura per la preziosa collaborazione tesa a riportare le gare in città».

V. R