All’Università Magna Graecia l’impatto della pandemia sugli atleti di Tokyo 2021

All’Università Magna Graecia l’impatto della pandemia sugli atleti di Tokyo 2021

L’impatto della pandemia sugli atleti in preparazione olimpica per Tokyo 2021 e il modello della Federazione Italiana Taekwondo” sono stati al centro del seminario che si è svolto nei giorni scorsi all’Università Magna Graecia di Catanzaro.

Un argomento che ha visto affrontare aspetti inerenti la preparazione tecnico-tattica e atletica, con risvolti anche sull’alimentazione e la tenuta psicologica dell’atleta.

E’ ormai stabile e proficuo, infatti, il rapporto di collaborazione stabilito tra l’Università Studi Magna Graecia di Catanzaro e la Federazione Italiana Taekwondo, che prevede anche, grazie alla convenzione stipulata, un tirocinio formativo per gli studenti del corso di Laurea Magistrale Interclasse Interateneo in Scienze e Tecniche delle Attività Sportive e delle Attività Motorie Preventive e Adattate.

Alla presenza del Rettore dell’Università Magna Graecia, Prof. Giovambattista De Sarro, del Presidente della Scuola di Medicina e Chirurgia dell’Ateneo, Prof. Agostino Gnasso, gli studenti del corso e del Liceo scientifico “Enrico Fermi” hanno avuto l’opportunità di confrontarsi direttamente con il Presidente della Federazione Italiana Taekwondo, Angelo Cito, il Direttore Tecnico Claudio Nolano, il preparatore atletico Francesco Zambrella, ed ascoltare le testimonianze dei due atleti olimpici in gara a Tokyo, Vito dell’Aquila e il campione del mondo Simone Alessio, calabrese ed iscritto alle Fiamme Rosse di Catanzaro.

La tavola rotonda è stata moderata dal Prof. Gian Pietro Emerenziani, coordinatore del corso di laurea magistrale in Scienze e Tecniche delle Attività Sportive e delle Attività Motorie Preventive e Adattate.

Il consigliere federale Salvatore Chiodo, direttore del Centro Studi della FITA e docente del corso di laurea magistrale presso l’Università Magna Graecia di Catanzaro, ha affrontato i profili formativi e tecnici della disciplina.

Spazio anche all’interazione tra Università e Territorio attraverso una sessione di esibizione pratica delle squadre regionali, con atleti nazionali, presso il Liceo “Enrico Fermi” di Catanzaro, con il coordinamento della professoressa dell’Istituto superiore Francesca Nicotera e la partecipazione attiva di alcuni studenti.

Sono previste ulteriori attività e, nell’immediato, nelle giornate del prossimo 20 maggio, presso il Complesso Monumentale del San Giovanni di Catanzaro, e del 21 maggio, presso la sede di Scienze motorie all’Istituto Einaudi, si svolgerà il congresso nazionale del gruppo di studio Attività Motoria Preventiva Adattata, Alimentazione, Salute e Fitness (AMASF) della Società Italiana di Scienze Motorie e Sportive (SISMES), sul tema “Musica e attività motoria per la promozione della salute”.