Almanacco | Mercoledì 16 novembre, Santa Gertrude: accadde oggi, compleanni e proverbio del giorno

Almanacco | Mercoledì 16 novembre, Santa Gertrude: accadde oggi, compleanni e proverbio del giorno

Almanacco | Oggi mercoledì 16 novembre è il 320° giorno del calendario gregoriano, mancano 45 giorni alla fine dell’anno: ecco l’almanacco di oggi con il santo del giorno, gli anniversari e le date da ricordare.

 

Onomastico

Oggi si celebra Santa Gertrude. Santa Geltrude, detta Magna, vergine, che, fin dall’infanzia si dedicò con grande impegno e ardore alla solitudine e agli studi letterari e, convertitasi totalmente a Dio, entrò nel monastero cistercense di Helfta vicino a Eisleben in Germania, dove percorse mirabilmente la via della perfezione, consacrandosi alla preghiera e alla contemplazione di Cristo crocifisso.

Proverbio del giorno

Novembre bagnato, in aprile fieno al prato.

 

Accadde Oggi

1945 – Viene istituito l’UNESCO (77 anni fa). Favorire la collaborazione tra le nazioni in nome della tutela dei diritti e delle libertà fondamentali dell’uomo e sostenere la crescita educativa e culturale dei paesi devastati dalla guerra. Con questa “mission” nacque a Londra l’UNESCO (acronimo di United Nations Educational Scientific and Cultural Organisation), come risultato di una conferenza organizzata dall’Istituto internazionale per la cooperazione intellettuale della Società delle Nazioni.

2001 – Arriva nei cinema il primo film di Harry Potter (21 anni fa). Esce nelle sale il primo film di Harry Potter, Harry Potter e la pietra filosofale, diverrà il secondo film nella classifica d’incassi di tutti i tempi.
.

 

Nati in questo giorno

1922 – José Saramago (100 anni fa). Una bandiera della cultura portoghese, l’unico autore di quella terra ad aver vinto il Nobel per la Letteratura. Nato ad Azinhaga e morto a Tías nel giugno del 2010.

1892 – Tazio Nuvolari (130 anni fa). Nato a Castel d’Ario (in provincia di Mantova) e morto a Mantova l’11 agosto 1953, è stato un pilota motociclistico e automobilistico dal 1920 al 1950. La stampa ha creato per lui vari nomignoli come “Mantovano volante” e “Nivola”. Entrato nella storia dello sport, non solo italiano, oltre che per la bravura anche per la sua caparbietà, è riuscito anche a concludere una gara automobilistica senza il volante.