Ambiente, clima e trasformazione, una mostra a Crotone con due lavori nel progetto nazionale

Ambiente, clima e trasformazione, una mostra a Crotone con due lavori nel progetto nazionale

Dodici autori per la mostra nazionale “Ambiente clima futurostrutturata  nel progetto fotografico lanciato dalla Fiaf riguardante le problematiche ambientali, in funzione non solo di registrare “in pianta” l’attuale situazione italiana,  ma per fornire anche un valido spunto per un’ampia riflessione di tipo culturale e sociologica.

La mostra, che sarà visitabile presso la Lega Navale di Crotone fino ad agosto, è stata inaugurata sabato 18 giugno.  1032 autori in tutta Italia con 14.448 immagini cimentandosi on le varie tematiche ambientali, mappando l’intero territorio nazionale per restituire una visione complessiva di questo preciso momento storico. Appartenenti al Gruppo Fotoamatori Crotone: Franco Milito, Raffaele Lumare, Sergio Cimino, Felice Troilo, Michela Stigliano, Daniela Miano, Claudia Gaetana Rubino, Cosimo Stillo, Vincenzo Gerbasi.  Appartenenti al Fotoclub “Ladri di Luce” di Cosenza: Luisa Boscarelli, Daniela Fucilla e Tommaso Caruso.

Le immagini di Crotone vengono raccontati con la sensibilità dei Fotoamatori, creando un portfolio mettendo in vista i punti di vista dei diversi autori – ci ha detto Domenico Perpiglia, Presidente del Gruppo Fotoamatori Crotone –  per poter sensibilizzare ulteriormente questo tema di cui è dominio di tutti dobbiamo stare attenti“. Il progetto è nazionale con tanti progetti fotografici, e Crotone è sede di uno di questi: “I fotoamatori di Crotone hanno risposto molto bene –  ha continuato – siamo un bel gruppo, c’è anche un laboratorio di Cosenza, costituendo un laboratorio anche con noi”.

Questa sera conclude un progetto di un anno come laboratorio tra Fotoamatori Crotone e Ladri di Luce di Cosenza – ha aggiunto Claudia Rubino, di Fotoamatori Crotone – oltre i lavori che sono interessanti, è che i due lavori portfolio di Franco Milito e Raffaele Lumare sono stati selezionati per la mostra nazionale ed è un grande riconoscimento, un modo per due autori calabresi di farsi conoscere a livello nazionale”. Il lungo lavoro ha lasciato, dunque, una riflessione su Ambiente, clima e futuro: “Non vi può essere futuro se non vi è rispetto per l’ambiente e attenzione al clima. Lavorare su queste tre tematiche, cercare di esprimere con una forma sublime d’arte come la fotografia, rappresenta sicuramente un arricchimento per noi ma penso anche per il territorio dove le foto verranno esposte, dando la possibilità ai fruitori di riflettere”.