Anche a Crotone il sit in per dare voce alla Calabria: stop commissariamento

Anche a Crotone il sit in per dare voce alla Calabria: stop commissariamento

Crotone – Il motivo del Sit-In è semplice: sono stati presidiati da questa mattina, con le dovute distanze e mascherine, i principali ospedali della nostra regione. La Calabria merita di più, si legge da ieri, mentre ha fatto scalpore il commissario uscente Cotticelli, e la nomina da parte del Consiglio dei Ministri di Zuccatelli, il quale un video pubblicato sulla rete ha susciato clamore per alcune dichiarazioni circa il Covid-19.

I calabresi non vogliano il commissariamento della sanità, così come vi è l’emergenza dei posti letto nella nostra regione, con il costante aumento di casi registrati. «Mi hanno contattato da Castrovillari per dirmi dei presidi intorno agli ospedali – ci ha detto Antonio Parrotta  in sit in questa mattina davanti al San Giovanni Di Dio – abbiamo visto tutti quella situazione indegna, è ingiusto. Crotone deve esserci, perchè se ci sono tutti gli ospedali ci deve essere anche Crotone».

Il grido è a favore della sanità pubblica, che gode di pochi diritti: «Non vogliamo più commissari, vogliamo la sanità per quello che è giusto che debba essere. Siamo già stati puniti abbastanza, ora è emergenza, è giusto che le cose debbano andare in un certo modo».

Danilo Ruberto