Anche la Polizia Stradale commemora la strage di Capaci, ricordando Massimo Impieri

Anche la Polizia Stradale commemora la strage di Capaci, ricordando Massimo Impieri

Anche quest’anno, 25 maggio 2021, si è voluto organizzare presso la Sezione di Polizia Stradale di Crotone il “Cammino della Memoria”, annuale appuntamento del Memorial Day organizzato dal SAP che si rinnova dal 1992, dopo le stragi di Capaci e via d’Amelio, con lo scopo di commemorare il sacrificio di tutti i servitori dello Stato. Per la pandemia, con le regole del DPCM , è mutata la classica tappa ciclistica che coinvolgeva anche la nostra provincia crotonese. Così come la cerimonia di ieri, semplice e carica di significati, che ha inteso commemorare uno dei caduti della Polizia di Stato, Massimo Impieri, vittima del dovere. Alla presenza dell’intera segreteria provinciale di Crotone, alla quale si è aggiunta la partecipazione del segretario nazionale SAP Peppe Coco e del Presidente Nazionale SAP Saro Indelicato, si è commemorato un giovane “fratello di giubba” caduto nell’adempimento del proprio dovere con la deposizione davanti al “ceppo dei ricordi” di un mazzo di fiori, sulle note del silenzio militare.  Don Ezio Limina, Cappellano della Polizia di Stato, ha onorato la memoria dei caduti, ricordando in preghiera che gli uomini e le donne scomparsi hanno dato il loro bene più grande, la vita, permettendo alla società di migliorarsi ed evolversi.

Alla cerimonia hanno partecipato il Questore  Massimo Gambino, il Vicario Paolo Iodice ed il Comandante della Sezione di Polizia Stradale di Crotone  Emanuele Garofano, che ha fatto gli onori di casa. «Riteniamo come organizzazione sindacale SAP che la commemorazione dei caduti vittime del dovere sia un obbligo morale affinché il sacrificio non sia vano e che l’esempio si perpetui per le giovani generazioni. Dovremmo essere sempre grati verso chi ha dedicato la propria vita, fino all’estremo sacrificio, per difendere la legalità e la sicurezza del nostro Paese. Preservare la memoria e tramandarla alle nuove generazioni è un dovere delle Istituzioni».

Infine un particolare ringraziamento del SAP va alla sezione Crotonese A.I.A. ( Associazione Italiana Arbitri) che con una delegazione hanno partecipato alla cerimonia ricordando che Massimo Impieri era anche uno sportivo, un giovane arbitro di calcio il quale, seppur nella sua breve esistenza, ha saputo lasciare un vivo ricordo della sua vitalità e correttezza di uomo delle regole.