Bambini salvati in mare, l’Arcivescovo: «La gente di Crotone ha un cuore grande che va oltre i confini geografici»

Bambini salvati in mare, l’Arcivescovo: «La gente di Crotone ha un cuore grande che va oltre i confini geografici»

Crotone – La nostra città non fa mancare mai il suo apporto benevolo per le persone in difficoltà, salvando nella notte del 3 novembre diversi bambini dalle acque,  a largo di “Le Cannella” a Isola di Capo Rizzuto, con molte persone venute da lontano e in difficoltà,  dove gli operatori delle volanti della Questura di Crotone, non hanno esitato, e mettendo a rischio la propria vita, di raggiungere il veliero per salvare vite umane.

«Il nostro territorio è una storia di accoglienza – ci ha detto ieri sera l’Arcivescovo di Crotone-Santa Severina Angelo Panzetta presso la Chiesa Gesù e Maria (leggi qui) – spesso la gente semplice come la nostra ha un cuore che va al di la dei confini etnici, geografici, quando incontriamo una persona è un volto umano,  e dunque c’è questa volontà di venire incontro. I nostro territorio ha anche forze dell’ordine e di polizia, di primo livello, che hanno a cuore la salvezza dei cittadini ma anche di chi arriva dentro la nostra città».

Un plauso, ha concluso il presule, per le forze dell’ordine: «Un gesto nobile dal punto di vista umano, che ha anche un valore religioso, che intravede negli occhi di chi arriva da altri territori un segno dell’immagine divina».

Danilo Ruberto