Bandiere Verdi: tre spiagge della provincia al “top”

Bandiere Verdi: tre spiagge della provincia al “top”

Secondo i pediatri italiani a Cirò Marina, Isola di Capo Rizzuto e Torre Melissa, spiagge a misura di bambino

E’ ancora tutto calabrese il primato delle spiagge a “misura di bambino”. Sono sedici infatti le localitè della nostra regione inserite nella lista stilata dai pediatri italiani che ogni anno assegnano le cosiddette Bandiere Verdi. E tra queste sedici ci sono anche tre comuni della provincia di Crotone: Cirò Marina-Punta Alice, Isola di Capo Rizzuto e Melissa-Torre Melissa. Acqua bassa e balneabile, spiaggia per costruire castelli e riempire secchielli, ma anche servizi idonei ai più piccoli e assistenza ai bagnanti garantita. Queste le caratteristiche che in vista dell’arrivo della bella stagione, spingono i pediatri a premiare le spiagge che più si avvicinano alle esigenze dei bimbi, con il bollino verde che rappresenta ormai un marchio inconfondibile che fa stare tranquilli i genitori.

La Bandiera verde, in sintesi, indica una località marina con caratteristiche adatte ai bambini, selezionata attraverso un’indagine condotta fra un campione di pediatri. Le Bandiere verdi sono state assegnate dal 2008, mediante una ricerca ideata e condotta dal Professore Italo Farnetani, l’ideatore di questa iniziativa che nel corso degli anni ha acquisito una valenza davvero interessante soprattutto tra le famiglie. I requisiti necessari per conquistare la bandiera sono: la presenza di spiaggia

con sabbia, spazio fra gli ombrelloni per giocare, acqua che non diventi subito alta in modo che possano andare in sicurezza in acqua, presenza degli assistenti di spiaggia, attrezzature dedicate ai bambini, e opportunità di divertimento per i genitori (negozi, ristoranti, bar, strutture sportive). Importante anche la qualità delle acque e la possibilità di balneazione. In questo caso i pediatri si avvalgono dei dati delle strutture istituzionali e pubbliche italiane: le ordinanze dei sindaci e le rilevazioni delle Arpa regionali, che sono le strutture preposte a tali controlli.

L’obbiettivo insomma, è quello di aiutare le famiglie a scegliere le località di mare, meta preferita per chi ha bambini, per trascorrere il periodo di vacanza nel modo più idoneo e sicuro, in base alle valutazioni dei pediatri, in modo tale che genitori e figli possano trarre i maggiori vantaggi dalla vacanza, con benefici per la salute e la crescita.