Home Sport Benevento – Crotone 3-2: rossoblu sconfitti nel finale al “Vigorito”

Benevento – Crotone 3-2: rossoblu sconfitti nel finale al “Vigorito”

Non bastano le reti di Crociata e Benali alla formazione di Zenga

245
0
CONDIVIDI
Foto: BeneventoCalcio.Club
Michele Affidato – sezione post
Vedibi Banner News
Gallella Viaggi
Reale Mutua – sezione post
McDonald’s- News McBacon
Omcs – Banner News
Crotone Service – Banner News
Ormas – Banner News
Rlm – Banner News
CrotoneOk – Banner News
Giangreco Banner
Domus Funerarium – Banner News

Il Crotone torna a Benevento, dopo tanti anni e con un carico di bei ricordi, ma che in questo nuovo scontro nella massima serie, non servono a molto.

Mister Zenga, come anticipato proprio dalle colonne de Il Rossoblu, si presenta sul campo delle “Streghe” con due novità in formazione. Trotta e Budimir si accomodano entrambi in panchina, punta centrale si schiera Nalini con Crociata e Ricci a supporto. Attacco veloce e super tecnico per i rossoblu. Altra novità a centrocampo, anche questa prevista da IlRossoblu, Ajeti si schiera davanti la difesa con Mandragora e Benali sulle mezzali con il compito di fare da guastatori.

Il Benevento si presenta in formazione rimaneggiata, oltre a D’Alessandro, assenza annunciata, resta fuori anche Gulherme, l’ex Cataldi, invece, recupera ma va solo in panchina. Mediana quindi affidata a Viola e Sandro, in attacco Coda fa la punta con il supporto di Parigini, Djuricic e Brignola.

Crotone in serie positiva da quattro partite consecutive (tre pareggi ed una vittoria). Giallorossi invece all’ultima spiaggia, i 7 punti raccolti finora (conquistati tutti al Vigorito) costituiscono record negativo per la Serei A a tre punti.

Arbitra l’incontro il signor Rocchi.

Il Benevento parte forte e già al primo minuto si affaccia dalle parti di Cordaz, prima ci prova Coda con una girata e Martella allontana quasi dalla linea di porta, e sul cross conseguente, Parigini non ci crede e non arriva in tempo. Al terzo di nuovo giallorossi pericolosi con Sandro che tira dalla distanza con il portiere del Crotone che si stende bene e blocca a terra. Passano due minuti e il Benevento ci riprova con una conclusione acrobatica di Coda che si spegne tra le braccia di Cordaz.

Il Crotone non riesce a impostare gioco, solo al decimo la squadra di Zenga si distende con Benali che inventa un assist al bacio per Nalini che la mette sul secondo palo dove si trova Crociata che insacca con freddezza. Crotone in vantaggio.

Il Benevento però non ci sta e ricomincia a costruire gioco soprattutto a sinistra dove Letizia spinge con qualità e dinamismo. In due minuti i campani ci provano per due volte con Letizia, prima, e Parigini dopo, ma Cordaz si fa trovare pronto in entrambe le occasioni. Al ventesimo Viola ci prova dalla distanza, ma Cordaz vola sulla sua sinistra e devia. Dopo il tiro di Viola il Benevento comincia a calare in intensità, il Crotone respira e gestisce palla senza tanti affanni. Tutto tranquillo fino al 36esimo, quando Sandro pareggia per il Benevento insaccando di testa un bel cross d’angolo di Viola.

Il Crotone traballa un po’ ma non carola, anzi nei minuti finali del primo tempo va vicino al raddoppio con Ceccherini che non sfrutta al meglio una bella punizione di Ricci, forse anche disturbato da un difensore giallorosso.

Il primo tempo si conclude così, le squadre vanno negli spogliatoi, con Zenga che deve pensare a qualcosa perchè la sua squadra ha sopperito troppo nei primi 45 minuti.

La ripresa comincia con un Benevento che vuole vincere e che va vicino al gol dopo un solo minuto di gioco con Martella che salva quasi sulla linea di porta. Mister Zenga corre ai ripari e al quinto sostituisce Crociata con Budimir che si colloca al centro dell’attacco con Nalini che si mette a sinistra.

Al dodicesimo, Crotone vicino al gol, con Martella che crossa teso in area, Budimir non ci arriva, e Ricci che colpisce male e spara alto. Zenga fa la sua seconda sostituzione inserendo Barberis al posto di Ajeti e tornando alla formazione tradizionale.

Al ventesimo, il Benevento passa in vantaggio, azione senza alcuna pretesa dei giallorossi, Viola prepara un tiro più per caparbietà che per convinzione, la palla colpisce Faraoni e si alza in un pallonetto imparabile per Cordaz.

Passano otto minuti e il Crotone pareggia. Palla a Ricci che sbaglia il controllo la èpalla finisce sui piedi di Faraoni che pennella un cross al centro dove Benali si inserisce e insacca di testa.

La partita cresce in intensità, ma diventa più nervosa ma non per questo meno bella. Il Crotone prende campo e cerca di gestire la partita riuscendoci anche bene. Allo89esimo il Benevento trova inaspettatamente il terzo gol. Mischia in area dopo l’ennesimo calcio d’angolo, la palla finisce sui piedi di Diabatè che insacca.

Ad un minuto dal termine, il Benevento trova il gol vittoria. Il Crotone prova a premere ma senza creare occasioni vere, tranne un paio di mischie risolte però dalla difesa campana.

Dopo 4 minuti di recupero Rocchi manda le squadre negli spogliatoi.

Il Crotone perde l’ulteriore opportunità per allungare sulla zona calda. Tanti i rimpianti per una partita che sembrava alla portata dei rossoblu ma che il Benevento ha meritato almeno dal punto di vista caratteriale.

Mister Zenga ha provato a sorprendere il Benevento, ma dopo il primo tempo è ritornato sulle sue scelte rimettendo in campo la sua solita squadra.

Domenica prossima c’è la Spal allo Scida, una partita delicata, l’ennesimo scontro diretto, una nuova occasione per la squadra di Zenga.