Boxe, Tobia Loriga fa sue le sei riprese del titolo pesi leggeri: ora il sogno del titolo internazionale a Crotone

Boxe, Tobia Loriga fa sue le sei riprese del titolo pesi leggeri: ora il sogno del titolo internazionale a Crotone

Serata di sport e pugilato venerdì sera al PalaBoni di Mantova, palazzetto che ben conosce il crotonese Tobia Loriga, con l’evento organizzato dalla PromoBoxe di Mario Loreni e il combattimento tra Arblin Kaba  sfidato da Luciano Randazzo. Titolo dei pesi super leggeri, dove alla quarta ripresa i giudici decretano il pari tecnico per una ferita all’occhio di Randazzo, a causa di una testata involontaria. Il risultato fa conservare il titolo sportivo al boxer albanese Arblin Kaba.

Nella serata, più volte rinviata a causa della pandemia mondiale, anche il rossoblù Loriga, già campione italiano più volte dei pesi welter, che si misura con Marco Delmastro: incontro facile per il boxer crotonese e che si aggiudica tutte e sei le riprese.

Per l’occasione Loriga, accompagnato dal fratello Stefano, ha dedicato l’incontro al padre, scomparso nel 2018, il professore Salvatore Loriga, padre nobile del pugilato crotonese. Il figlio ha voluto dedicare la vittoria, oltre che ai crotonesi, ai cittadini di Porto Torres (Sassari), lì dove il padre è nato e lì dove sono le origini del pugile crotonese: «Ieri è stato il compleanno di mio papà e avevo promesso di dedicare l’incontro a lui – ha detto Tobia in più dedico il successo ai crotonesi e al mio amico Arturo il quale è scomparso nei giorni scorsi. Torno a Crotone con il sogno di realizzare nella nostra città il titolo internazionale».

Danilo Ruberto