Caccuri, fibra ottica in arrivo nel Rione Croci e nel Rione Parte

Caccuri, fibra ottica in arrivo nel Rione Croci e nel Rione Parte

Caccuri –  Sono iniziati nei giorni scorsi i lavori di Telecom Italia per estendere la fibra ottica alle zone di Caccuri non ancora servite dalla connessione veloce e precisamente, il rione Croci e via Parte. Molte famiglie potranno dunque beneficiare dell’estensione della fibra.
Nel dettaglio, l’intervento prevede l’installazione della tecnologia FTTC (Fiber To The Cabinet), una rete di nuova generazione che porta la fibra ottica dalla centrale fino all’armadietto stradale. Il collegamento dall’armadietto all’utenza del cliente, che in media dista 500 metri, avviene poi mediante il tradizionale cavo della linea telefonica.
A differenza della tecnologia Adsl che utilizza la linea telefonica in rame per raggiungere le utenze dotate di telefono fisso – e che è dunque soggetta a intasamento del traffico di rete – la fibra ottica consente invece di raggiungere un’alta velocità di trasmissione che non è influenzata da disturbi elettromagnetici, radiofrequenze o condizioni climatiche ed è in grado di assicurare un efficace trasporto di dati e la copertura di grandi distanze. La tecnologia di fibra ottica installata da Telecom Italia consente di raggiungere una velocità di trasmissione di 50 Megabit al secondo.
“Il completamento della copertura della fibra ottica è un intervento particolarmente importante e molto sentito dai residenti” afferma il consigliere comunale Mario Mirandi con delega all’innovazione tecnologica del Comune di Caccuri “Nel corso dei mesi di lockdown, quando telelavoro e didattica a distanza sono diventati una necessità, numerose famiglie della zona hanno infatti risentito di un sistema di connessione lento e intermittente. Per di più – conclude il consigliere Mirandi – se è vero che oggi i diritti di cittadinanza si esercitano anche nell’ambiente digitale, l’accesso agli strumenti tecnologici e alla rete si configurano come un vero e proprio diritto fondamentale”. Volevo infine ringraziare, conclude il Consigliere Mirandi, per la grande disponibilità e professionalità il progettista di TIM Salvatore Straface.