Calcio a 5, Cristian Vasapollo capitano del Crescendo: «La distanza dal campo fa crescere l’emozione di vivere cose belle»

Calcio a 5, Cristian Vasapollo capitano del Crescendo: «La distanza dal campo fa crescere l’emozione di vivere cose belle»


La situazione legata alla pandemia Coronavirus non solo ci riguarda dal punto di vista emotivo o psicologico ma anche fisico. In particolare il mondo sportivo attende di conoscere l’esito dei campionati, ovvero se si tornerà a giocare in campo o verrà conclusa la stagione con l’ultima classifica utile. La squadra Crescendo, neo promossa nel campionato regionale di Serie C1 e allenata dal tecnico Nino De Santis, in 21 partite disputate ha maturato 5 vittorie e 4 pareggi.

«Questo è un campionato che ci ha stupito di sorprese – ha affermato il capitano Cristian VasapolloLa prima quella che ci ha stravolto, il Covid-19. La seconda sorpresa quella della classifica sul campo. Da neopromossa, con una rosa molto giovane, con tante assenze pesanti e di lungo tempo, di molti big, credo che sia stata niente male. La forza del gruppo, la forza di un grande allenatore, navigato e soprattutto una persona con molte qualità, che ha fatto un lavoro eccellente. È riuscito a plasmare un gruppo di amici facendo si che potesse crescere con tempo. Grazie a lui siamo migliorati tutti e in campo ci da una carica unica».

Sospendere le partite e non ritrovarsi più da un giorno all’altro non è stato facile per nessuno:  «Mi manca molto il contatto con la squadra con i ragazzi – ha concluso il #10 Vasapolloci sentiamo sempre perché è impossibile restare lontani. Adesso dobbiamo pensare alla nostra salute però e per questo riusciamo a trovare una risposta a questa enorme distanza. Sicuramente ritorneremo più forti di prima, perché questa distanza dal campo è servita a fare crescere in noi la voglia di vivere emozioni belle. Un saluto al mio mister del cuore. Cristian CV10».