Calcio a 5 – Prima sconfitta stagionale per la Futsal Kroton

Calcio a 5 – Prima sconfitta stagionale per la Futsal Kroton

Calcio a 5 – Il big match della quarta giornata del campionato di C2 se lo aggiudica la Cariatese che batte per 4-1 la Futsal Kroton.

È stata una partita piacevole, intensa anche se a tratti troppo nervosa che ha visto come protagonista anche l’arbitraggio, con decisioni che la società crotonese ha ritenuto molto penalizzanti.

Parte meglio la Cariatese che nei primi minuti di gioco prova a sorprendere i pitagorici con conclusioni da fuori e qualche giocata individuale.
I pitagorici soffrono in tutti i settori del campo , un blackout che accade sempre nei primi minuti di gioco in questo campionato e ,puntuale arriva il gol dei padroni di casa in mischia.
Prova a reagire la squadra di Mister Marco Leto, ma la trama di gioco è lenta e prevedibile ,tanto che qualche grattacapo arriva solamente con conclusioni da fuori area.
A metà del primo tempo brutta palla persa da ultimo uomo dagli ospiti esce Caristo che colpisce palla e poi il piede dell’ avversario con arbitro appostato a due metri che concede tra l incredulità generale un generosissimo calcio di rigore ai Cariatesi con ammonizione di Caristo, che tiene in gara i suoi, neutralizzando il penalty.

Da qui i crotonesi si svegliano e la partita s incattivisce con falli al limite del regolamento con l arbitro che inizia a estrarre cartellini gialli. Al 20′ potrebbe esserci la svolta della partita: Rago tira in porta , palla che colpisce la mano larga di Molè ( ex di turno) che già ammonito viene graziato dall’ arbitro , decisione che spazientisce tutti i membri della panchina .

Sul dischetto va Ciordo che però manda a lato sbagliando per i suoi il possibile gol del pareggio. Gol sbagliato e gol subito con i Cariatesi che raddoppiano a due minuti dal termine. Si va al riposo sul 2-0.

Nel secondo tempo la musica non cambia.
Gli uomini di Leto sbagliano tanto in fase d impostazione e beccano in contropiede il terzo gol.
Prova a reagire subito la Futsal Kroton che accorcia le distanze con capitan Zanda che trafigge il portiere avversario con un bel tiro sotto l incrocio.
I Gialloneri le provano tutte nell’ultimo quarto d ora ma l arbitro decide di diventare protagonista assoluto espellendo Scaletti e A.Martino ( crotonese) per reciproche scorrettezze, e graziando un paio di volte i calciatori di casa già ammoniti.
Ultimi 10 minuti tutti nella metà campo cariatese, con gli uomini di Leto che però non riescono a pungere ad impensierire la retroguardia cosentina. Partita si chiude con l ennesimo gol in contropiede nei minuti di recupero. Finisce 4-1.

Siamo entrati in campo molli, poco cattivi a differenza loro che hanno approcciato meglio la partita. In 15 anni di panchine non ho mai lamentato di decisioni arbitrali e non lo faccio nemmeno oggi , anche se è sotto gli occhi di tutti ciò che è successo oggi – è il pensiero del tecnico Marco Leto al termine del match – Accettiamo comunque la sconfitta contro una buona squadra che ha investito tanto per fare il salto di qualità e vincere il campionato.”

Fa eco alle parole del mister anche capitan Paolo Zanda : “Sapevamo del valore dell’avversario e secondo me abbiamo meritato la sconfitta.  Noi non siamo mai entrati in partita e quando abbiamo cercato di farlo abbiamo sbagliato le conclusioni. L’ arbitraggio non è piaciuto a nessuno , ma non deve essere un alibi.

Dobbiamo continuare a lavorare per raggiungere il nostro obiettivo, giocarci le nostra chance ogni partita.”
Mercoledì la Futsal Kroton ospiterà nel ritorno di Coppa Italia il Blinking Soverato, qualificazione che gli ospiti hanno già ipotecato all andata con il risultato di 8-2.