Calcio a 5, Serie C1: il Crescendo di De Santis attende novità sull’eventuale ripresa

Calcio a 5, Serie C1: il Crescendo di De Santis attende novità sull’eventuale ripresa


Calcio a 5 – Campionati sospesi ma pensiero che oltre ad essere rivolto all’emergenza sanitaria va anche sullo sport, valvola di sfogo per eccellenza degli appassionati e sportivi. Sul futuro stesso della stagione vi è incertezza, il decreto blocca i campionati fino al 13 aprile. Poi si discuterà se riprendere o meno il cammino delle stagioni sportive.

«La squadra ci manca – ha dichiarato il tecnico del Crescendo Nino De Santis ci sentiamo tutti i giorni, ci manca tutto quello che è il nostro mondo del Futsal. Anche da semplice contatto, manca tutto; dal pallone, dal risultato, vivere il risultato, preparare la partita. Ci manca tutto. Ci sentiamo sempre con i ragazzi, speriamo che da questa situazione raccoglieremo qualcosa di buono e daremo effettivamente un valore a tutto questo disastro. Potremmo riuscire ad apprezzare anche le cose più banali, non dovremmo mai dimenticarci di quello che abbiamo vissuto».

Il Crescendo ha terminato la ventunesima giornata, ferma in zona play out e in questo momento sarebbe salva se  campionati dovessero essere bloccati: «Avrei preferito conquistare una salvezza sul campo – ha continuato – la classifica comunque ci premia tutto sommato, ed è giusto che sia così perchè da neo promossa non abbiamo sfigurato, con mille difficoltà tra infortuni e assenze varie per vari motivi siamo riusciti a raggiungere l’undicesima posizione su quattordici squadre, se dovesse terminare così, una salvezza credo meritata. L’augurio è comunque di ripartire prima possibile, di poterci riabbracciare, e aspettiamo all’angolo per vedere cosa succederà. Rimaniamo a casa tutti, che è l’unico contributo per fermare questo virus».

Danilo Ruberto