Calcio a 5, Valerio Cimieri capitano del Kroton Under: «Uno sport padrone della tattica che tiene sempre sugli attenti»

Calcio a 5, Valerio Cimieri capitano del Kroton Under: «Uno sport padrone della tattica che tiene sempre sugli attenti»


Calcio a 5 – Un pallone, due porte e qualche amico sono le migliori medicine contro ogni malattia, anche se quest’ultima sembra non sparire. Lo spirito dal calcio si mantiene sempre vivo tra i vari social e tra i vari ragazzi che danno aria a questo sport, come il capitano Valerio Cimieri del Kroton Under del tecnico Alfredo Gimigliano.

Ha iniziato la sua avventura calcistica prima negli Under del Crotone Calcio per poi approdare al Calcio a 5 con la maglia del Kroton, giocando anche nella prima rosa: «Questa è la terza stagione che gioco alla Kroton – ci ha detto il capitano Cimieri –  tre anni pieni di emozioni sia con la prima squadra che con l’under. Le emozioni più significative, però, resteranno quelle del derby vinto 5-4 all’ultimo minuto contro la Futsal Kroton Under e la vittoria della Coppa Italia regionale con la prima squadra».

La squadra si è classificata al secondo posto del campionato regionale Girone A, giocando la prima partita dei play off:  «Nel corso di queste due ultime stagioni in cui Mister Gimigliano mi ha allenato ho assistito a tante esultanze, una più bella dell’altra. Come molti altro tecnico anche lui è uno che sente molto la partita e alla fine trasforma le sue emozioni in queste esultanze molto strane: sono il suo punto di forza. A parte le esultanze, oltre ad essere un grande mister, è anche una grande persona che stimo molto e con la quale ho instaurato un ottimo rapporto, come se ci conoscessimo da sempre…come d’altronde mister Le Pera della prima squadra, anche lui un ottimo allenatore, soprattutto sul piano tattico.

La mia esperienza alla Kroton è iniziata tre anni fa, un’esperienza nuova che, però, mi ha subito conquistato. Nel corso di questi tre anni mi sono appassionato molto al calcio a 5, uno sport padrone della tattica che tiene sempre sugli attenti: non c’è nemmeno un secondo di pausa. Dylan Covelli, come tutti gli altri, è un ottimo compagno di squadra, forse, però, un po’ birichino» conclude il capitano Cimieri.