Cambiamento climatico, aumenta in Calabria il rischio di eventi estremi

Accelerano gli eventi climatici estremi in Italia, nei primi dieci mesi del 2022 toccando quota 254 fanno segnare addirittura un +27% rispetto all’anno precedente. Preoccupa il bilancio degli ultimi 13 anni: dal 2010 al 31 ottobre 2022 registrati 1.503 fenomeni estremi, 780 i comuni colpiti e 279 le vittime.

Questa la fotografia scattata dal nuovo report ‘Il clima è già cambiato’ dell’Osservatorio CittàClima 2022 realizzato da Legambiente, con il contributo del Gruppo Unipol Nei primi dieci mesi del 2022, “seppur con dati parziali- spiega Legambiente- sono stati registrati nella Penisola 254 fenomeni meteorologici estremi, +27% di quelli dello scorso anno (intero anno)”. Tra le regioni più colpite: Sicilia (175 eventi estremi), Lombardia (166), Lazio (136), Puglia (112), Emilia-Romagna (111), Toscana (107) e Veneto (101).

La Calabria, secondo i dati raccolti per il 2022 dall’associazione ambientalista, risulta essere tra le Regioni più a rischio per dissesto idrogeologico. Dal 2020 al 2022 sono stati 82 gli eventi estremi registrati nella nostra regione.