Cantina Termine Grosso: dieci anni di attività tra storia e futuro

Tra traguardi e successi, riflettori accesi su un’eccellenza del nostro territorio che opera tra tradizione e innovazione
0
Condividi:

Rlm – Banner News

Una serata all’insegna dell’eccellenza e della passione. Sabato 2 marzo la Cantina Termine Grosso, ha raccolto amici e clienti per condividere una prima importante tappa del suo cammino: i primi 10 anni di attività vinicola, che in realtà cadeva nel 2018. Anni di lavoro, coraggio e tenacia, anni di successi e di traguardi raggiunti.

Numerosi sono stati infatti, i riconoscimenti di stampa specializzata e di manifestazioni nazionali di prestigio che la cantina ha conquistato in questo primo decennio della sua presenza sul nostro territorio.


Alcuni dei vini della Cantina Termine Grosso

«Le migliori soddisfazioni, però – spiegano Antonio e Patrizia Giglio Verga – arrivano dai nostri clienti. Gente comune che arriva da noi consapevole di bere e mangiare bene, ristoratori attenti e rivenditori accurati che apprezzano ciò che c’è dietro ciascuno dei nostri prodotti: tradizione, molti dei vitigni presenti provengono dai vecchi vigneti di famiglia siti in Cirò; evoluzione, metodo di vinificazione diverso dal classico, con l’utilizzo del freddo per reinterpretare il gaglioppo e protezione di madre terra con l’utilizzo di fonti energetiche alternative e riutilizzo delle acque nere e grigie depurate in azienda e 20 anni di coltivazione biologica».

Nel corso della serata, che Antonio Giglio Verga ha voluto dedicare al padre, acuto e raffinato allevatore e vitivinicoltore cirotano scomparso proprio 10 anni fa, sono state anche annunciate le due medaglie d’argento ottenute dal Luna Piena 2017 Calabria IGP rosato e dal Don Fabrizio 2017 Calabria IGP rosso, entrambi vini provenienti da gaglioppo vitigno autoctono per eccellenza della Calabria.

Nell’azienda agricola Termine Grosso non si producono solo eccellenze, ma anche storia, tradizione, qualità. Fiore all’occhiello dell’azienda rigorosamente biologica, è la cantina. Inaugurata nel 2008 è frutto della passione e degli studi di Antonio Giglio Verga e Patrizia Tronca, entrambi dottori in scienze Agrarie, legati dall’amore e anche dalla loro professione. Sono proprio loro, marito e moglie, a puntare sul biologico che è una delle caratteristiche più interessanti della produzione vinicola.

La vigna, presente sia nella zona di Cirò nella località Vallo che in Roccabernarda in località Madama Giovanna è costituita da vitigni di varietà locali quali il gaglioppo e il greco bianco ma anche da vitigni di respiro internazionali quali il merlot. “La storia di una famiglia, di un territorio, della gente che ci lavora e ci vive”. Questa è l’azienda agricola Termine Grosso della famiglia Giglio Verga, una delle più antiche ed illustri.



Condividi: