Castello Carlo V, mille firme

Castello Carlo V, mille firme

Crotone – Con le buste della spesa mentre si sceglie il mandarino, o i profumi dell’alloro, del basilico o una buona mela per la propria tavola, mentre poi si sceglie il pesce spada appena pescato o altri prodotti del nostro pescato. Mentre la città passa dal porticato e si reca ad effettuare le proprie compere, da una settimana il sit in dei liberi cittadini per chiedere la bonifica e riapertura del Castello Carlo V si è spostato in piazza Mercato, per una raccolta firme. E’ un luogo di incontro, dove tessere relazioni e affetti e mobilitarsi insieme per un bene monumentale che tarda ad esser riaperto.

«Se viene revocata l’ordinanza di chiusura per i lavori al bastione s.giacomo e non per bonificare,  come dichiarano per la parte inibita e che ha in borsa un altro milione? E come lo riaprono? – ci ha detto sabato mattina Linda Montenon si tratta di bonifica come lo hanno inteso loro, una parte sarà bonifica ma l’altra parte si pensa di spendere e spandere con i soldi tolti da Antica Kroton».

L’obiettivo è arrivare a mille firme, ma non saranno consegnate all’amministrazione comunale: «I destinatari siamo noi cittadini, abbiamo inteso con questa iniziativa oltre i sit in del sabato incontrare i cittadini in un luogo particolare che è il mercato della frutta, ormai decaduto e privo di progettazione da parte dell’amministrazione. Un luogo caro a noi, dove prima ci si incontrava  di più, adesso un po’ meno», ha concluso.  La raccolte firme proseguirà ogni mattina dalle 10,00 alle 12,00 tutta questa settimana.