Celebrata la Festa della Repubblica sul lungomare di Crotone con le onorificenze al Merito della Repubblica

Celebrata la Festa della Repubblica sul lungomare di Crotone con le onorificenze al Merito della Repubblica

Quest’anno la Festa della Repubblica a Crotone, 2 giugno, è stata celebrata sul lungomare cittadino, “tra la terra e il mare, metafora del tempo“, come ha detto ai presenti il Prefetto di Crotone Maria Carolina Ippolito. I colori della bandiera italiana e il coro dell’Associazione  Musicale Antonio Vivaldi  di Cirò Marina e diretta dal maestro Federico Veltri, hanno fatto da cornice all’evento ai piedi del mare crotonese, dopo i due anni pandemici, in cui la popolazione ha sofferto per le restrizioni: “Un simbolo oggi di riscatto e di rinascita“.

“Ci ho tenuto a festeggiare la Repubblica in questo posto che è meraviglioso, per un maggiore coinvolgimento della cittadinanza e dei crotonesi.“, ha dichiarato il Prefetto. “Questi ragazzi del coro sono stati bravissimi e li ringrazio in maniera particolare. Ringrazio tutti i ragazzi di Crotone che per la pandemia hanno  rinunciato a due anni di vita più di tutti gli altri, sono coloro che hanno dato il maggiore esempio di maturità rinunciando alla scuola”.

Le onorificenze al merito della Repubblica sono state consegnate alla signora Evelyn, ovvero Carmela Marino imprenditrice, Domenico Campagna funzionario, Giuseppe Trischitta funzionario, Teresa Manes presidente associazione italiana prevenzione bullismo, Vincenzo Falco (Polizia di Stato), Manuela Currà funzionario pubblico, Luigi Smurra Comandante provinciale della Guardia di Fiannza, Crotone. Alla cerimonia erano presenti le autorità civili e militari.

A consegnare alla signora Marino l’onorificenza al merito della Repubblica il Commissario della Camera di Commercio di Crotone Alfio Pugliese: “Certamente sono emozionata ma più che altro sono contenta perchè hanno riconosciuto qualcosa che non immaginavo che potesse essere riconosciuto – ci ha detto la signora Evelynio lo ignoravo, è stata una sorpresa”. Poi sull’impegno solidale ricorda l’Airc e il l giudice Raffaele Lucente :”io e mia sorella da anni combattiamo per la solidarietà”.

A prendere la parola durante la cerimonia, il Prefetto, il presidente della Provincia di Crotone Sergio Ferrari, e il primo cittadino Vincenzo Voce, ricordando la guerra in Ucraina e il piano di resilienza, in una terra in cui “devono valere i diritti di tutti”.