Centro Polifunzionale: nuovi fondi per rendere fruibile la struttura

Centro Polifunzionale: nuovi fondi per rendere fruibile la struttura

Scandale – Un bene destinato all’intera comunità e che può ricoprire un ruolo importante ma che non sembra mostrare la sua migliore immagine. Un problema che risulta ben chiaro all’amministrazione comunale e al primo cittadino Antonio Barberio.

Le condizioni relative al Centro Polifunzionale sono tornate negli ultimi giorni all’interno del dibattito tanto da portare la stessa amministrazione comunale ad esprimersi a riguardo all’interno di una nota.

«Sappiamo che la struttura, purtroppo, non è nelle condizioni ottimali per essere fruibile da parte dei cittadini – ha spiegato il Primo Cittadino di Scandale -, l’abbiamo ereditata con numerosi problemi che la rendono poco funzonale, nonostante i 580mila euro spesi nel passato. è per questo che con delibera di giunta n.77 del 30 ottobre 2019 abbiamo presentato ufficialmente un progetto esecutivo, redatto da due bravissimi tecnici, per rimettere il Centro Polifunzionale in sesto, per un totale di 250mila euro».

La stessa amministrazione comunale ha deciso di entrare nel dettaglio fornendo la lista degli interventi che dovrebbero riguardare tale bene comune in futuro al fine di renderlo completo. Tali lavori dovranno dunque riguardare: il cappotto esterno intorno alla struttura, l’impermeabilizzazione del tetto, l’installazione sul tetto di pannelli solari per 20 Kw, il rivestimento interno termo-acustico, il miglioramento dell’impianto elettrico, la sistemazione delle stanze nel piano terra e quelle poste al primo piano, la sistemazione dell’impianto idraulico, l’abbellimento della struttura e l’attivazione di un impianto di riscaldamento e condizionamento.

«Ci sembra corretto informare i cittadini dell’impegno dell’Amministrazione Comunale – ha concluso nella nota Antonio Barberio -, per rendere fruibile e perfettamente funzionale una struttura importante per la comunità. Siamo sicuri che nei prossimo mesi inizieranno i lavori».

Potrebbe dunque ritornare alla collettività un bene che rappresenta un patrimonio per tutta Scandale. Lo stesso è stato inaugurato in passato insieme ad altre tre opere pubbliche: le Scuole elementari, gli Scavi archeologici e il Centro diurno anziani. L’impianto ad oggi viene comunque adoperato in occasione di piccole manifestazione ma risulta non fruibile in contesti di maggiore importanza.

Un’opera dunque che è rimasta in “stand-by” durante il periodo di cambio di amministrazione comunale, un luogo che attende dunque di potere accogliere a pieno regime e nel migliore dei mondi i cittadini e le manifestazioni che sceglieranno il Centro Polifunzionale come sede di svolgimento delle attività.