Che talenti cresciuti su quel campo di Fondo Gesù! 

Che talenti cresciuti su quel campo di Fondo Gesù! 

C’era una volta il campo di calcio del quartiere Fondo Gesù, una volta periferia di Crotone, oggi quartiere integrante della città. Siamo andati a trovarlo per accarezzare i ricordi. Oggi vi è stato costruito un parcheggio, ieri era fucina di talenti.

E’ orgoglioso di aver accolto un tempo, sulla propria terra battuta, ragazzi che nel corso degli anni hanno trovato la propria affermazione nel calcio. Lo ricorda bene Massimo Drago con i suoi capelli bianchi che ha militato nella formazione della Libertas: “beh, mi viene in mente l’emozione per aver giocato in mezzo alla strada. Mi ricordo ancora le dimensioni del campo, e che emozione era per noi fare goal! Oggi i tempi sono cambiati, e si ha paura di mandare i propri figli a giocare per strada”.

Drago ricorda insieme a lui dei ragazzi che poi hanno fatto carriera:  Massimo Corrado (ieri ex difensore in Serie A, oggi tecnico degli under 17 del Crotone) e Alessandro Celano, diventato centrocampista in C2 e Serie D del Kroton (1986-1989).

Il campo di Fondo Gesù è nato negli anni ’70, costruito con i materiali regalati dalle aziende: chi donava le reti, chi dei pezzi di ferro per costruire i pali. I custodi del campo erano degli anziani del quartiere, come Zio Giuseppe. Solo molto tempo dopo sono nati gli spogliatoi. All’inizio si disputavano piccoli tornei, poi le giovanili dei vari campionati di Promozione.

La squadra del Quartiere Fondo Gesù era la “Stella Rossa” che giocava con tutte le piccole squadre del crotonese. E come non ricordare i fratelli Marullo, Garzieri, De Paola, Granatelli, i fratelli Corrado e tanti altri che su quel campo ci sono vissuti. E sopratutto Mister Cecè Sellaro, che ha speso la sua vita sul campo ad allenare. È emozionato Antonio Galardo, bandiera storica del Crotone, nel raccontare i suoi ricordi: “Non vedevo l’ora da bambino di giocare sul campo del Gesù, lì ti facevi le ossa, e quando pioveva non vedevi l’ora di buttarti nell’acqua”.