“Chi ha deciso di rimanere a Crotone non si senta solo”: rivive Orto Tellini in una domenica di sole

“Chi ha deciso di rimanere a Crotone non si senta solo”: rivive Orto Tellini in una domenica di sole

Crotone – Basta poco per far rivivere un pezzo di polmone verde della città di Crotone. Si trova ai piedi della cinta muraria del Castello Carlo V, nella parte antica della figura che vuole diventare nuova, aperta, fruibile.

Così come sono state montate delle reti per i giochi più diversi con i ragazzi delle scuole, nella mattinata di sole di novembre in occasione della giornata dei diritti dell’infanzia. “Un importante segnale che la città ha saputo cogliere“, ci ha detto Gianni Pitingolo di IoResto, mentre arbitrava una partita di cancello sul verde prato di Orto Tellini: “I ragazzi stessi hanno voluto che si facesse questa domenica: il futuro significa cominciare a tenere cura dei nostri luoghi, partendo appunto da qui“.

La storia del parco, del suo asilo Regina Margherita, e il vecchio orto botanico con un percorso fotografico realizzato con la collaborazione di molti volontari, è stato dunque raccontato attraverso la voce dei ragazzi, narrando come si viveva la città:  “L’opportunità deve essere in mano ai nostri giovani – ha continuato – ma anche gli adulti devono insegnare ai ragazzi di prendersi cura dei luoghi e capire quello che la città è stata e ciò che potrebbe diventare, rendendosi parte attiva, e basta saper stare vicino alle persone, ed è quello che facciamo noi di IoResto sin dall’inizio della nostra avventura, fare in modo che chi ha deciso di rimanere a Crotone non si senta solo“.

Presente  l‘Asd Do you like today…? della scuola tennis di Guglielmo Falzetta con un po’ di sport e anche gadget per i bambini presenti. Poi Enzo Colosimo si è unito al gruppo dei ragazzi per un po’ di pallavolo e altre attività.

Danilo Ruberto