Cirò Marina pronta ad ospitare la Serie A

Cirò Marina pronta ad ospitare la Serie A

Cirò Marina – Torna il calcio sulle spiagge, rispettando tutte le norme di sicurezza, e la cittadina bagnata dal mar jonio si prepara ad ospitare questa estate l’evento Beach Soccer dall’8 all’11 luglio della Lega Nazionale Dilettanti con la disputa del campionato di Serie A e della Finale di Supercoppa tra Sambenedettese e Catania. C’è tanto lavoro sinergico per preparare al meglio l’estate, e non mancherà, nella città di Cirò Marina, lo sport che da spettacolo in riva al mare. Oltre al beach soccer, nell’area individuata dall’amministrazione di Ciró Marina verranno organizzati eventi nazionali di Beach Tennis e Beach Volley.

«A Cirò Marina l’estate sportiva sta andando avanti nonostante il Covid – ci ha detto l’assessore allo sport Ferdinando Alfì (in foto)- abbiamo in programma un’estate sportiva molto ricca, siamo arrivati all’apice dello sport nazionale, Cirò Marina diventerà capitale del Beach soccer, lo sport in spiaggia, dall’8 all’11 luglio abbiamo ufficializzato la tappa di Campionato di Serie A di Beach Soccer, e la finale di Super Coppa Italiana. Poi vi sarà la tappa nazionale di Beach Tennis, e a fine luglio la tappa nazionale di beach volley maschile e femminile. Passeremo un’estate all’insegna dello sport». C’è tanto entusiasmo dunque per questi eventi nazionali molto importanti. «Cirò Marina è molto in fermento – ha aggiunto – per la prima volta nella storia del meridione avere una finale di Coppa Italiana non è da poco».

il 23 maggio a Modena l’atleta Cataldo Amodeo ha vinto il titolo italiano di K1, 85 kg XFC. «Un ragazzo che nonostante il Covid ha continuato ad allenarsi con determinazione, e voglia di vincere e questo ci riempie d’orgoglio, sia a noi come città, come comunità di Cirò Marina, ma penso a tutto il comprensorio crotonese. Lo conosco personalmente, è un ragazzo molto umile e molto determinato in quello che fa» ha commentato. «Quest’anno Cataldo, nonostante tutto, ha continuato ad allenarsi ed è riuscito a laurearsi campione italiano di K1. Un esempio di tenacia e determinazione. Un vero orgoglio per la nostra città», ha aggiunto il sindaco Sergio Ferrari.
Danilo Ruberto