Claudio Garrubba in scena al Teatro Ciak di Roma

Claudio Garrubba in scena al Teatro Ciak di Roma

Nuovo lavoro per l’attore crotonese Claudio Garrubba che in questi giorni è tra i protagonisti dello spettacolo dal titolo “La scala a chiocciola” di Ethel Lina White, terzo opera della stagione presentata dallo Stabile del Giallo, in programma presso il Teatro Ciak di Roma.

Un debutto con successo andato in scena nella giornata dell’8 febbraio con lo spettacolo che rimarrà in programmazione presso il prestigioso teatro romano fino alla giornata del 1 marzo. Nel cast Martina Carletti, Franco Sciacca, Barbara Abbondanza, Silvia Siravo, Linda Manganelli, Riccardo Caascadon, Giovanni Carta e Claudio Garrubba con la regia curata da Anna Masullo all’interno di un’opera corale che mette in atto un vero e proprio gioco di squadra e che si lascia apprezzare dal pubblico nei suoi oltre cento minuti.

Intitolato in origine “Some Must Watch”, lo spettacolo è stato successivamente ribattezzato come “The Spiral Staircase” ponendosi come riferimento al film di Robert Siodmark. «La mia partecipazione a questo spettacolo è arrivata un pò per caso. Ero stato inizialmente contattato per un altro lavoro non andato a buon fine – ha commentato Claudio Garrubba – ma da questo riscontro negativo è nata la mia partecipazione a questa opera “La scala a chiocciola” per il quale la mia figura è stata ritenuta perfetta. Da qui siamo partiti nei giorni scorsi con la “prima”, lo spettacolo adesso dovrà prendere quota anche perchè, al di là della performance, oggi portare gente al teatro diventa sempre più difficile sopratutto a causa della crisi che vive questo particolare settore».

Uno spettacolo che richiede la massima concentrazione di tutti gli interpreti. «Si tratta di una bella esperienza, un’ingranaggio perfetto, un’opera molto particolare nella quale non puoi permetterti neanche per un secondo di ridurre l’attenzione. La particolarità di questo spettacolo è data dall’importanza di tutti gli attori che riescono, in modo univico, ad avvalorare la rappresentazione concedendogli una forma e un senso compiuto».

Diversi i progetti in cantiere per Claudio Gabburra, lavori però che lo stesso artista non vuole svelare. «Diciamo che questo rappresenta un mondo dove non si hanno delle certezze, posso dire però che ci sono in cantiere diverse cose per le quali si avranno novità nei prossimi mesi. Tutto rimane da decidere e in continuo divenire».

L.V.

Post Correlati