Codacons contro test di medicina: “Pratica obsoleta e scorretta”

Codacons contro test di medicina: “Pratica obsoleta e scorretta”

Sono partiti oggi i test di accesso per Medicina e Odontoiatria, con 65.378 candidati iscritti alla prova a fronte di 14.740 posti disponibili per medicina, 1.330 per odontoiatria.

“Una pratica quella del numero chiuso che- denuncia il Codacons– mai come quest’anno appare obsoleta e scorretta, e determinerà pesanti discriminazioni a danno degli studenti”. “I test di accesso servono oramai solo a riempire le casse degli atenei, e sono dannosi per il paese e per il sistema sanitario dal momento che in Italia si assiste da tempo ad una grave carenza di medici, come dimostrato di recente dall’emergenza Covid- spiega in una nota il presidente Carlo Rienzi- Mai come quest’anno il sistema del numero chiuso si rivela superato, inutile, e lesivo dei diritti degli studenti e degli utenti del servizio sanitario, comportando tra l’altro uno spreco di milioni e milioni di euro considerate le spese che devono affrontare i candidati per sostenere le prove nelle varie città e per la preparazione ai test di ingresso: proprio per tale motivo il Codacons fornirà assistenza legale agli studenti che vorranno proporre un ricorso collettivo al Tar del Lazio contro i test di accesso a medicina 2022″.