Come conservare i sapori dell’estate. In Calabria è il tempo “della salsa”

Come conservare i sapori dell’estate. In Calabria è il tempo “della salsa”

La natura in questo periodo è così generosa che si ha addirittura il problema di come conservare i tanti prodotti che offre. Un modo per godere a lungo dei sapori dell’estate è quello di preparare le conserve, sott’olio o sott’aceto, con carote, sedano, peperoni, melanzane e cipolle. Chi ha poco tempo da dedicare alla cucina, può preparare dei misti di verdure da congelare per l’inverno: sono subito pronte per rapidi e saporiti minestroni.

Ma arriva anche il periodo della salsa. Ancora qualche settimana al mare e poi potremo dire arrivederci all’estate. Mentre i calabresi si godono gli ultimi tuffi, nelle case ci si prepara anche per le “conserve”. Questo è infatti il periodo perfetto per la preparare la salsa di pomodoro.

Un vero e proprio rito che si tramanda di generazione in generazione. Un evento familiare visto che di solito ci si riunisce tra parenti e amici stretti. Chili di pomodori e anche peperoncino da “passare” e bollire e poi conservare o inviare ai fuorisede.

Una tradizione che, nonostante l’utilizzo di nuovi strumenti, non passa mai di moda, almeno al sud. I giorni per “fare la salsa” diventano occasione di ritrovo.