Come individuare la demenza precoce?

Come individuare la demenza precoce?

Il decadimento cognitivo lieve (MCI) è una condizione clinica che si riferisce a uno stato di transizione tra il normale invecchiamento e la demenza. L’MCI è caratterizzato da leggere difficoltà in uno o più domini cognitivi (di solito la memoria), oggettivate attraverso i test neuropsicologici, tale però da non compromette le normali attività quotidiane. Fare diagnosi di MCI corrisponde spesso all’identificazione precoce della fase zero della Demenza di Alzheimer.

Cosa fare se viene diagnosticato un MCI? Si consigliano controlli periodici ogni 6 massimo 12 mesi, in cui i pazienti vengono sottoposti a esame obiettivo (visita neurologica), alla somministrazione dei test neuropsicologici, ed esami strumentali di routine. Le evidenze scientifiche più recenti suggeriscono che l’esercizio fisico e di training cognitivo (ginnastica cognitiva) della durata di 6 mesi ed una corretta alimentazione possono produrre dei benefici. Inoltre, è utile eliminare tutti i fattori di rischio che possono peggiorare il quadro clinico e sollecitare la comparsa della Demenza. Il percorso MCI del Centro Salute Turano si configura come uno strumento di prevenzione della Demenza. Rivolgersi al Centro Turano per monitorare l’evoluzione dei “sintomi” cognitivi (dimenticanze, incapacità di risolvere i problemi della vita quotidiana…) e dei segni clinici attraverso esami strumentali appropriati è la scelta migliore per prevenire e ritardare lo sviluppo della demenza.

E’ stato infatti dimostrato che a distanza di 2 anni dalla diagnosi, quasi il 15% dei soggetti over 65 con diagnosi di MCI, progredisce ad un quadro di demenza conclamata. Il Team MCI del Centro Salute Turano è formato dal medico specialista dementologo Prof. Carmelo Turano, lo psicologo esperto in valutazione cognitiva e neuropsicologica, il terapista occupazionale.