ConfCommercio delegazione Cutro: “Una campagna elettorale così non sarà un bene per la città”

ConfCommercio delegazione Cutro: “Una campagna elettorale così non sarà un bene per la città”

Così scrive ConfCommercio delegazione di Cutro commentando la campagna elettorale che si prospetta, nei giorni in cui si presenteranno quattro candidati a ruolo di primo cittadino dopo alcuni anni di commissariamento dell’ente comunale:

Così non va! Ed è evidente che non abbiamo imparato nulla dalla storia recente. Ciò che la politica sta facendo alla città di Cutro è inaccettabile. Invece di proporre una soluzione che promuova la comunione di intenti e trovare una sintesi, utili allo sviluppo e alla rinascita del nostro territorio, la nostra comunità e soprattutto gli esponenti politici di questa città non trovano di meglio che dividersi e proporre per questa tornata elettorale, ben quattro proposte, quattro liste, quattro candidati a sindaco.

Una campagna elettorale così non sarà un bene per Cutro. Sarà una campagna elettorale di scontro, dai toni aspri, di divisione e non di condivisione. Una campagna elettorale in cui a vincere saranno gli egoismi, invece del popolo e del territorio.  In cui trionfera’ l’io invece del noi.  Cutro ha oggettivamente bisogno di ben altro.

La reazione del popolo a questa situazione potrebbe essere di totale rigetto, una degenerazione che potrebbe portare alla mancata partecipazione della gente a questo evento democratico.  Le elezioni dovrebbero essere una festa, trasformarla in una ressa non è utile per nessuno.
Mancano 48 ore alla presentazione delle liste.
Siete ancora in tempo a fermare questo scempio, a cercare una sintesi anche partendo da posizioni differenti e senza incidere sulle diverse identità politiche.
È Cutro che ve lo chiede.
E per Cutro dovreste farlo.