Coronavirus, chiude il numero verde 1500: più di 500 persone rimangono però senza lavoro

Coronavirus, chiude il numero verde 1500: più di 500 persone rimangono però senza lavoro

Coronavirus – Dall’1 gennaio 2023 il numero di pubblica utilità 1500, attivato dal ministero della Salute per rispondere ai dubbi delle persone in merito all’emergenza Covid-19, è temporaneamente sospeso. È quanto si legge nel sito internet dedicato, che sottolinea come la decisione sia arrivata in base all’ordinanza della Protezione Civile n. 931 del 13 ottobre 2022.

Secondo quanto riportato dal quotidiano ‘la Repubblica’, la chiusura del servizio ha lasciato senza lavoro più di 500 operatori impegnati a rispondere alle telefonate. In vigore dal 27 gennaio 2020 per offrire consulenza telefonica e informazioni sul Covid-19, con particolare riferimento alle misure di prevenzione, alla campagna di vaccinazione e alla Certificazione verde Covid-19, il numero di pubblica utilità 1500 ha fornito un servizio di risposta ai cittadini 24 ore su 24, sette giorni su sette, nelle fasi più gravi della pandemia. Negli ultimi mesi, invece, è stato attivo tutti i giorni, dalle 8 alle 20. Hanno risposto operatori appositamente formati, insieme a dirigenti sanitari.

Dire.it