Coronavirus, si esce solo in due e zona bianca: verso il nuovo Decreto

Coronavirus, si esce solo in due e zona bianca: verso il nuovo Decreto

Coronavirus –  Spostamenti fra regioni: Non ci si potrà spostare fra regioni fino al 15 febbraio 2021, ma ci si potrà muovere per le comprovate esigenze lavorative, necessità o motivi di salute. Il rientro, invece, alla propria residenza o domicilio è consentito.

Dal 16 gennaio   fino al 5 marzo sul territorio nazionale è consentito, per una sola volta al giorno, recarsi presso un’abitazione privata abitata tra le ore 5,00 e le ore 22,00 fino a due persone oltre a già quelle che sono presenti nell’abitazione stessa. Si potranno portare con sé i figli fino 14 anni.

Spostamenti, dunque, all’interno della stessa regione, in area gialla, e all’interno del proprio comune di residenza, in zona arancione e in quella rossa, ma questo non è previsto per gli spostamenti dai Comuni fino a 5.000 abitanti.

Sono vietati gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia.

Rimane il coprifuoco, dalle ore 22,00 alle 5,00. Resta in vigore il sistema della divisione per fasce di colore, e domani saranno stabilite la divisione per colore per le regioni italiane.

Asporto – Il divieto di vendita da asporto per i bar potrebbe essere limitato solo alle bevande e agli alcolici. Sono ipotesi secondo quanto emerso nella riunione tra governo e Regioni.

Che cos’è la zona bianca?

La zona bianca è una zona a basso rischio  per tre settimane consecutive, inferiore a 50 casi ogni 100.000 abitanti. Nella zona bianca non vengano applicate le misure restrittive previste dai decreti  per le aree gialle, arancioni e rosse. Quindi in queste aree possono essere adottate, con DPCM, specifiche misure restrittive.