Cosenza, Abramo CC: chiesta l’apertura di un tavolo nazionale

Cosenza, Abramo CC: chiesta l’apertura di un tavolo nazionale

Cosenza – L’Amministrazione comunale di Cosenza, insieme ai comuni di Montalto Uffugo, Mendicino, Torano Castello, Cerzeto e Rota Greca, ha espresso la propria solidarietà ai lavoratori della Abramo Customer Care che questa mattina hanno manifestato in Piazza Kennedy per far valere le loro rivendicazioni.

“Qui c’è in gioco il destino di 1500 lavoratori e delle loro famiglie – si legge in un documento congiunto firmato dagli amministratori delle città di Cosenza, Montalto, Mendicino, Torano Castello, Cerzeto e Rota Greca –.

Le istituzioni locali hanno il dovere, come è stato fatto, di schierarsi al loro fianco, non solo per far sentire la propria vicinanza, ma per far sì che anche le istituzioni sovracomunali e sovraregionali, a cominciare dalla Regione, per continuare con la deputazione parlamentare calabrese ed il Ministro del Lavoro, facciano la loro parte per scongiurare il rischio della perdita, da parte dei dipendenti della Abramo, del posto di lavoro, messo seriamente in pericolo da anni di attendismi, assenza di chiarezza e da politiche aziendali non sempre oculate e poco rispettose dei diritti dei lavoratori.

I Sindaci delle nostre Amministrazioni comunali chiedono l’apertura di un tavolo nazionale al quale portare le rivendicazioni dei lavoratori della “Abramo Customer Care”, affinché siano ricercate soluzioni che mettano la parola fine a questa vertenza che si trascina stancamente ormai da troppo tempo, con grave preoccupazione per chi ha subìto la mortificazione di ogni tutela e diritto, vedendo naufragare miseramente l’illusione di un’occupazione stabile”.