Cotronei: antichi mestieri nel Presepe vivente

0
Omcs – Banner News

Riceviamo e pubblichiamo:

Chi impaglia le sedie, chi lavora la terracotta, chi usa il mortaio, chi dipinge le tegole e chi macina il grano. Passeggiando tra le vie del centro storico è stato possibile ammirare nella giornata di ieri (martedì 18) gli antichi mestieri riprodotti, per l’occasione, dai bambini della scuola primaria nel presepe vivente.

Ad esprimere soddisfazione per la riuscita dell’evento è l’assessore al turismo Vincenzo Girimonte sottolineando che con queste iniziative di valorizzazione e condivisione del patrimonio identitario si tramanda alle nuove generazioni storia, cultura e memoria collettiva degli antichi mestieri purtroppo, stanno, scomparendo e la cui riproposizione artigianale rappresenta oggi invece una degli attrattori più interessanti del turismo della tradizioni.

Le musiche dello zampognaro Pierluigi Virelli hanno fatto da sfondo alla rappresentazione ormai storica che viene realizzata da oltre trent’anni nel quale non mancavano neanche le massaie che lavano i panni nel fiume, il taglia legna ed il mercato ortofrutticolo. Ad aprire la passeggiata tra le vie del centro che hanno ospitato le antiche botteghe di una volta è stato, insieme all’assessore Girimonte ed alla dirigente scolastica Giuliana Cicero, il Primo Cittadino Nicola Belcastro.

Questa mattina (mercoledì 19) insieme alla Presidente del Consiglio Barbara Cerenzia, in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale, dopo la recita scolastica lo stesso Girimonte a nome dell’Amministrazione Comunale ha omaggiato gli alunni dell’Istituto Comprensivo con dei libri coerenti con l’offerta formativa.