Cotronei, “isolette di quartiere” per tutelare l’ambiente

Cotronei, “isolette di quartiere” per tutelare l’ambiente


Riceviamo e pubblichiamo – Lotta all’abbandono dei rifiuti e realizzazione di alcune “isolette di quartiere” da dislocare nella località montana di Trepidò, nel cuore della Sila crotonese. La scommessa la giocano il Comune di Cotronei e il Parco Nazionale della Sila, con quest’ultimo che ha riconosciuto all’Ente comunale ventimila euro di finanziamento nell’ambito di una politica più generale di tutela e salvaguardia dell’ambiente.

Proprio oggi, nella sede del Parco in quel di Lorica, si è perfezionata la firma della relativa convenzione tra l’assessore al turismo e ambiente del Comune di Cotronei, Vincenzo Girimonte, ed il Direttore facente funzioni del Parco Nazionale della Sila, Domenico Cerminara. «E’ un percorso virtuoso che si compie – spiega al riguardo l’assessore Girimonte – e che ha preso avvio nel novembre del 2018 con la nostra richiesta in tal senso inviata all’Ente Parc». Ed è un percorso virtuoso, aggiungiamo noi, che consentirà di dare decoro ad una delle più belle località turistiche montane regionali, che in tema di abbandono indiscriminato di rifiuti non sfugge alle abitudini deprecabili di quanti depositano di tutto e di più nelle aree più impensabili, a volte addirittura inoltrandosi nei boschi più interni.

«Il Comune – riprende Girimonte – dovrà realizzare in tempi molto ristretti, così come prevede la convenzione, delle aree con delle strutture in legno, dove sarà possibile conferire i rifiuti secondo la logica della raccolta differenziata che è in atto ormai da qualche anno nel centro abitato di Cotronei. Contiamo cosi di dare a turisti e residenti un servizio sistematico ed organizzato, che speriamo possa scongiurare la pratica dell’abbandono indiscriminato di rifiuti».

Da parte di Girimonte, ma anche da parte del sindaco di Cotronei, Nicola Belcastro, vanno i ringraziamenti al Direttore ff Cerminara, ed al presidente del Parco Nazionale, Francesco Curcio, per la sensibilità e la disponibilità dimostrata nel venire incontro alla richiesta del Comune cotronellaro. <C’è voluto il tempo necessario ad espletare tutti i passaggi burocratici necessari. Ma alla fine – conclude l’assessore Girimonte – sistemiamo un altro importante tassello in una complessiva politica che guarda all’ambiente e al turismo come risorse da valorizzare il più possibile, in un’ottica di sviluppo economico ed occupazionale del nostro territorio. In chiusura vorrei cogliere l’occasione per ringraziare per lo spirito collaborativo in tale direzione mostrato dall’associazione “Vivi Trepidò”, che si è già attivata per dare un contributo fattivo alla salvaguardia del territorio silano, e che sono sicuro sarà disponibile a collaborare con noi anche in futuro».