Covid, confusione su isolamento e quarantene. Arriva la circolare del Ministro

Covid, confusione su isolamento e quarantene. Arriva la circolare del Ministro

A fugare ogni dubbio su quello che dovrà accadere dal primo aprile a positivi e contatti stretti, è stato direttamente il ministro della Salute Roberto Speranza con una circolare che, di fatto, conferma la procedura già in vigore. Cessa lo stato d’emergenza insomma ma non le regole per uscire dall’isolamento.

Nel dettaglio “per i vaccinati con la dose booster o che hanno completato il ciclo vaccinale da meno di 120 giorni e per guariti da meno di 120 giorni, l’isolamento dura 7 giorni con un test antigenico o molecolare negativo alla fine del periodo”; e per i sintomatici “il test finale dovrà essere eseguito dopo tre giorni dalla scomparsa dei sintomi.

In caso di esito positivo del primo tampone di guarigione, può essere prenotato un ulteriore tampone a distanza di 7 giorni”.

Resta invariata anche la regole per cui si può uscire dall’isolamento dopo 21 giorni senza tampone.

Per i contatti stretti valgono le regole dell’autosorveglianza, l’obbligo di indossare la mascherina ffp2 e di effettuare un tampone alla comparsa dei sintomi.