Covid, ok alla quarta dose del vaccino ma non per tutti

Covid, ok alla quarta dose del vaccino ma non per tutti

La notizia circolava ormai da tempo e alla fine è arrivato il via libera della Commissione tecnico scientifica (Cts) dell’Agenzia italiana del farmaco per la quarta dose del vaccinon anti-Covid.

La raccomandazione è quella di inocularla solo alle persone gavemente immunodepresse.

Si tratta di un booster ulteriore a conclusione del ciclo vaccinale composto da 2 dosi e dalla dose aggiuntiva. La quarta dose verrà somministrata esclusivamente con vaccini di tipo mRna (Pfizer o Moderna). I tempi di somministrazione sono analoghi a quelli della dose booster destinata a tutti gli adulti.

La notizia arriva all’indomani dei nuovi dati che riguardano ospedalizzazione e mortalità in pazienti vaccinati e non vaccinati. L’efficacia del vaccino anti-Covid in termini di riduzione del rischio nei vaccinati sui non vaccinati è del 64% in chi ha ricevuto la dose booster nel prevenire l’infezione e del 93% sui casi di malattia severa sempre con il booster. Lo rileva l’Iss nel suo rapporto esteso.