Crotone, a scuola senza mensa. Aumentano i disagi per alunni e famiglie

Crotone, a scuola senza mensa. Aumentano i disagi per alunni e famiglie

A quasi un mese dall’inizio della scuola la mensa e il trasporto scolastico sono ancora in vacanza. L’assenza dei due servizi, fondamentali per le famiglie, hanno creato tanti disagi agli utenti, adulti e bambini.

La notizia più eclatante riguarda la refezione scolastica. Non si tratta più solo di un lieve ritardo, il bando è infatti andato deserto. La somma di 4,35 euro a pasto è troppo bassa per i costi che devono sostenere le ditte per fornire un pasto completo.

Gli aumenti delle materie prime e della lavorazione, oltre al costo per il trasporto incidono pesantemente sulla redditività del servizio. Tant’è che il Comune di Isola di Capo Rizzuto ha aumentato il costo aziendale a 5 euro. Ora si dovrà capire se l’amministrazione comunale si avvarrà della possibilità di un affidamento diretto temporaneo in attesa di esplicitare la nuova gara.

Ma rimane il problema soprattutto per i più piccoli. Senza la refezione, dovranno essere i genitori a fornire il pasto al proprio bambino, con ovvi disagi soprattutto per chi frequenta la scuola dell’Infanzia. Pasto che per garantire il tempo pieno, dovrà essere necessariamente consumato a scuola.

«Purtroppo – spiega l’assessore all’Istruzione del Comune di Crotone Rachele Via – pur avendo alzato il costo il bando è andato deserto. L’aumento dei costi dell’energia ha cambiato lo scenario»

Servizio completo sul prossimo numero di CrotoneOk disponibile dall’8 ottobre 2022

Sfoglia il giornale dove e quando e vuoi iscrivendoti al canale Telegram basta un click per tenersi sempre informati.
Iscriversi è semplice e gratuito, basta scaricare l’app Telegram e unirsi al canale su questo link https://t.me/LeggiCrotoneOk