Crotone, affidata la gestione del Castello Carlo V alle associazioni

Crotone, affidata la gestione del Castello Carlo V alle associazioni

C’è la volontà di far fruire la fortezza Carlo V   non solo ai turisti, magari quelli che arrivano in città con le navi da crociera, ma anche ai crotonesi stessi, affinchè ognuno di noi diventi “turista della propria città, con la cura e la valorizzazione dei luoghi”.

Questa mattina, presso la Torre Aiutante del Castello crotonese che ha riaperto ad agosto dopo tre anni e mezzo di cancelli chiusi per l’ordinanza sindacale firmata nel 2018, è stato dato al via il mandato alle quattro associazioni di gestire la fortezza, con visite guidate e anche mostre di pittura e momenti culturali affinchè questo bene monumentale possa rivivere.

L’ordinanza è stata revocata dal sindaco Voce a fine luglio del 2022, con la riapertura parziale del Castello a seguito di controlli sulle emissioni radioattive. Da oggi, 8 ottobre 2022, parte ufficialmente la gestione del bene pubblico da parte di quattro associazioni, ovvero   Multitracce insieme a Ciclofficina Tr22o, il Gruppo Archeologico Krotoniate e il Centro Turistico Giovanile (Ctg Kroton).

Una concessione di sei mesi che “potrà essere rinnovata”, come ha specificato il primo cittadino questa mattina nel corso di una conferenza stampa. “Vogliamo rendere fruibile il Castello, renderlo ancora più vivo soprattutto dopo le visite grazie alle navi da crociera che approdano in città – ha detto Andrea Correggia dell’Associazione Multitracce – ma non solo, allestire anche spazi per mostre di pittura o anche di pittura”. Apertura, dunque, nei giorni di martedì, giovedì e sabato dalle 9,00 alle 12,00 con un biglietto da due euro per le spese di gestione del bene pubblico.

I locali che ospitano il Museo Civico e la Biblioteca Civica, inoltre, presentano problemi strutturali che non ne consentono l’agibilità. In particolare, il Museo necessita del rifacimento del tetto, lavoro che è di competenza del Ministero della Cultura. Poi, nei prossimi mesi, il Castello sarà bonificato dal Ternorm presente che, intanto, è stato isolato con delle copertura e le aree sono state rese non accessibili.

La concessione alle quattro associazioni dura solo sei mesi ma, è stato ribadito dal sindaco, non è detto che non possa essere firmata nuovamente per altri mesi.

Da sinistra nella foto principale: Gianni Pitingolo Assessore al verde pubblico,  Francesco Liperoti Centro Turistico Giovanile,  Andrea Correggia MultiTracce, Vincenzo Voce sindaco di Crotone, Antonello Scerra Gruppo Archeologico Krotoniate, Francesco Correggia CiclOfficina.