Crotone, al Cinema Teatro Apollo ritorna Cinalci

Crotone, al Cinema Teatro Apollo ritorna Cinalci

Crotone – Una nuova stagione all’insegna del cinema d’autore. Riparte la rassegna Cinalci 2022-2023 giunta alla sua 32esima edizione. A disposizione degli appassionati ci sarà l’opportunità di sottoscrivere la tessera abbonamento per usufruire di tutti gli appuntamenti. Le stesse sono disponibili online attraverso il sito web dedicato, oppure presso i punti vendita della Libreria Cerrelli di Corso Vittorio Emanuele 13-15 e presso la Libreria Mondadori di via Roma, 18.

Il prezzo dell’abbonamento “standard” sarà questa volta di 75 euro, mentre quello per gli studenti sarà di 55 euro. Ad ospitare la rassegna sarà il Cinema Teatro Apollo di Crotone. La rassegna del cinema d’autore proporrà nel corso delle settimane venti titoli. L’inizio è fissato nella giornata di giovedì 7 dicembre con il film “Leonora Addio” di Paolo Taviani e si concluderà nel nuovo anno, l’11 maggio 2023 con “Il fantasma della libertà” di Luis Bunuel. I film saranno in programmazione con i seguenti orari: 17;00 – 19,00 e 21,00. Per proiezioni di film di durata superiore alle 17,00 – 19,30 e 21,30. A parlarci di questa nuova serie che ritorna anche quest’anno è il responsabile del Cinema Teatro Apollo di Crotone, Alfonso Amatruda.

«Anche questa volta riparte la rassegna Cinalci, con numerosi film in programmazione. Si è deciso di mantenere inalterate sia la data che le fasce orarie – sottolinea –, le quali saranno soggette a piccole variazioni a seconda della durata delle opera». Una delle novità è l’adeguamento dei prezzi degli abbonamenti. «Si passerà da 65 a 75 euro, si tratta di un incremento fisiologico, che va incontro ai rincari vissuti da tutti».

Un mondo del cinema che non vive un bel momento. «Sicuramente – conclude – in questo momento l’attenzione di tutti è rivolta a problemi più importanti. Il Cinema, non essendo un bene primario, viene messo da parte. Possiamo dire che il nostro impegno non viene meno, stiamo cercando di resistere per quanto possibile. Fin quando potremo saremo qui a proporre questo spettacolo».